Varese, 12 aprile 2018 - Palazzo Estense mette in vendita pezzi del suo patrimonio immobiliare. E per promuovere l’operazione, che potrebbe portare nelle casse comunali risorse quanto mai gradite in periodi di magra, ha scelto un metodo originale. Per giovedì 19, infatti, è stato organizzato un “open house” per mostrare ai privati interessati gli stabili messi all’asta. La giornata inizierà alle 9 con un incontri insieme ai tecnici comunali che illustreranno i dettagli del bando e le caratteristiche degli edifici. Poi il tour guidato tra gli immobili. Si parte dall’ex ufficio di igiene in via Staurenghi (ore 9.30, base d’asta un milione e 150mila euro), stabile già interessato da diverse gare andate deserte.

Di recente, però, sono stati avviati i lavori per la realizzazione del multipiano di via Sempione che porteranno ad una generale riqualificazione dell’area e quindi a un possibile maggiore interesse per l’edificio che ospitava l’ufficio di igiene. Il secondo immobile che sarà visitabile è quello di via Sempione 24 (ore 10.15, valore di partenza 220 mila euro). Anche per questo edificio la riqualificazione della zona di via Sempione potrà contribuire ad aumentare l’interesse per questo stabile. Porte aperte poi anche per il terzo immobile identificato dal Comune: un edificio di quattro piani in via Berni (ore 11.30, base di partenza 160mila euro), a pochi metri di distanza da viale Europa, collocato in una zona panoramica e a breve distanza dal centro cittadino. In questo caso il valore di partenza indicato nel bando è pari a 160mila euro.

Il quarto edificio che si potrà visitare si trova invece in via Aquileia e si tratta dell’ex scuola De Amicis, uno stabile con una dimensione di oltre 9.000 metri cubi, non più utilizzato come scuola dal 2010, in cui è presente anche un’area verde di quasi 3.000 metri quadrati. In questo caso (appuntamento ore 12.30) la base d’asta è di 900mila euro. Il termine del bando per l’alienazione di immobili di proprietà comunale siti a Varese è fissato per il 2 maggio 2018. In seguito verrà effettuata l’apertura delle offerte ricevute e si procederà alla gara che si svolgerà con il sistema delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo posto a base della gara, indicato nel bando, per ciascun lotto.