Quotidiano Nazionale logo
25 mar 2022

"Ho visto Luana sul balcone con le mani nei capelli Una scena che non potrò mai più dimenticare"

"Mercoledì pomeriggio verso le 17 ho visto Andrea che rientrava a casa con l’auto e si metteva a fare dei lavoretti sulla carrozzeria della macchina. Mi dava l’impressione di essere rilassato e tranquillo". Nulla la sera prima della tragedia lasciava presagire quanto sarebbe accaduto solo poche ore dopo, in base a quanto raccontato dal vicino di casa di Rossin. Alle prime ore di giovedì era tutt’altra l’atmosfera che si percepiva di fronte all’abitazione di via Pezza. "Ho sentito un urlo della moglie venire dalla casa - racconta il vicino - ho visto la signora appoggiata alla balconata con le mani nei capelli". La confidenza non era molta tra i due dirimpettai: solo qualche saluto cordiale e nessun campanello d’allarme da scorgere. "All’apparenza sembrava una famiglia a modo e tranquilla. Lui

era un papà affettuoso, lo vedevamo spesso giocare

coi bambini in cortile".

Lorenzo Crespi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?