L'unità in azione a Gallarate
L'unità in azione a Gallarate

Gallarate (Varese), 9 luglio 2019 – Si chiama Ricco, è un pastore tedesco grigione di due anni ed è da ieri l’agente “a quattro zampe” della Polizia locale di Gallarate, la prima in tutta la provincia di Varese a dotarsi di un’unità cinofila “fissa”. Giovedì sera nell’ambito dell’iniziativa “Cenando” in programma in via Manzoni Ricco farà il suo primo giro accompagnato dai colleghi del comando gallaratese.

Ieri mattina nel cortile della sede della Polizia locale alla presenza del sindaco Andrea Cassani, dell’assessore alla Sicurezza Francesca Caruso, del comandante degli agenti Antonio Lotito ha dato una prova delle sue abilità, acquisite dopo il periodo di addestramento. Ricco, ha spiegato il coordinatore dell’unità cinofila, Giuseppe Cattoretti, è preparato a intervenire nel caso si verifichi una situazione che mette in pericolo l’incolumità dei cittadini o degli agenti. La sua prima azione è quella di intimorire il soggetto che crea forte disturbo, se questo non basta, passa all’azione successiva di attacco. Presso il comando in via Ferrari ha la sua “casa” con uno spazio verde. Soddisfatta per la presenza di Ricco l’assessore Caruso: «Ho sempre considerato con interesse l’idea di avere un’unità cinofila per la nostra Polizia Locale. Il pastore tedesco addestrato è un ausilio importante per i nostri agenti che purtroppo negli ultimi tempi sono stati oggetto di aggressioni. Ricco sarà un deterrente nei confronti di certi comportamenti, diventerà davvero “il cane della città”, i gallaratesi impareranno a conoscerlo».

Per il sindaco Cassani «l’unità cinofila della Polizia locale è un altro passo importante per la sicurezza in città». Un esempio a cui, come ha fatto sapere l’assessore Caruso, «altri comuni stanno guardando con interesse». L’agente a quattro zampe sarà in servizio tutti i giorni (per un’ora o un’ora e mezza), accompagnato dal personale formato per svolgere il nuovo servizio, quattro agenti che hanno seguito il corso di due mesi, selezionati tra i tanti che avevano dato la disponibilità, e con i quali c’è grande feeling. Sarà presente nelle zone più a rischio, a partire dalla stazione.