Schiacciata fra una colonna dei portici in via Sant’Antonio e la vetrina di un negozio dopo essere stata colpita da un Porsche Cayenne guidato da un 67enne di Gallarate. È morta così Maria Ajala, pensionata ecuadoriana di 71 anni, residente in città. L’incidente si è verificato ieri mattina poco prima di mezzogiorno, un momento in cui la zona teatro del dramma, in pieno centro, è tradizionalmente molto affollata. Secondo una...

Schiacciata fra una colonna dei portici in via Sant’Antonio e la vetrina di un negozio dopo essere stata colpita da un Porsche Cayenne guidato da un 67enne di Gallarate. È morta così Maria Ajala, pensionata ecuadoriana di 71 anni, residente in città. L’incidente si è verificato ieri mattina poco prima di mezzogiorno, un momento in cui la zona teatro del dramma, in pieno centro, è tradizionalmente molto affollata. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, effettuata dagli agenti della polizia locale intervenuti sul posto, il conducente del suv, per ragioni ancora in via di accertamento, ha effettuato una manovra di retromarcia salendo sul marciapiede senza accorgersi che, nella traiettoria del veicolo, si trovava la signora, uscita per alcune compere. La donna non ha quasi avuto tempo di accorgersi di quello che le stava accadendo. È rimasta stritolata fra una delle colonne dei portici e la vetrina di un negozio, sotto gli occhi di numerosi testimoni che si stavano concedendo una passeggiata prima di pranzo. Subito è scattato l’allarme. I passanti, notate le condizioni disperate della donna, a terra in un lago di sangue, hanno chiamato i soccorsi. Nel frattempo l’automobilista è uscito dal Cayenne, disperato per l’accaduto.

A quanto risulta dai primi accertamenti è escluso fosse sotto l’effetto di alcol o altre sostanze. Probabilmente è stato “vittima” di una distrazione, anche se dovrà chiarire cosa volesse fare con quella manovra, dato che nella zona dove si è verificato l’incidente non ci sono parcheggi. Sul posto, con la polizia locale, sono arrivati anche i vigili del fuoco e un’ambulanza. Maria, però, a quanto sembra è morta sul colpo. Dopo qualche minuto è accorsa anche la figlia della pensionata.

Non appena ha visto il corpo della madre a terra si è accasciata al suolo, vittima di un malore, ed è stata soccorsa dai paramedici. Gli agenti della polizia locale, effettuati i rilievi, hanno acquisito le immagini registrate dalle telecamere della videosorveglianza pubblica attive in centro. Il filmato è stato affidato al pm di turno in procura a Busto Arsizio, che nei prossimi giorni dovrebbe disporre l’autopsia sul cadavere dell’anziana.