Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Due proposte per la sede storica della Novartis

Un acquirente prevede la demolizione mentre l’altro recupererebbe le strutture

Cosa arriverà al posto della Novartis nella storica sede alle porte di Origgio? È quello che si chiedono tutti nel comprensorio saronnese dopo che è stato reso noto come la multinazionale del settore farmaceutico abbia intenzione di lasciare l’edificio dove si trova da circa sessant’anni. L’obiettivo è il trasferimento degli uffici in un’area centrale a Milano. L’anno scorso c’è stata una manifestazione di interesse per gli immobili dello spazio situati in una zona molto interessante, visto che sono collocati, a poca distanza dall’ingresso della A9 Milano-Como, su una delle principali direttrici del Saronnese: la Sp233, ex Statale Varesina.

Secondo quanto trapelato nelle ultime ore, al momento l’acquirente prescelto sarebbe un’azienda del settore immobiliare che avrebbe in programma l’abbattimento completo di tutti gli edifici storici per costruire un nuovo polo logistico su tutta l’area. Un possibile impiego di questo nuovo insediamento logistico potrebbe essere un hub di prossimità per la distribuzione locale.

C’è poi una seconda proposta presentata da Neologistica, azienda familiare impegnata principalmente nella logistica B2B: "Il nostro progetto – spiega Neologistica – vorrebbe conservare e valorizzare le strutture già esistenti. Uno spazio sarà dedicato alle start-up. Le grandi dimensioni e il numero di abitanti della struttura permetteranno anche l’insediamento di servizi bancari e assicurativi, servizi per la cura della persona e medici, sport e ristorazione, asilo, spazi verdi, attività commerciali specialistiche e di piccola dimensioni, sale convegni e auditorium".

Sara Giudici

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?