Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Malpensa, pagato 4mila euro a persona per entrare in Europa: arrestato diplomatico

L'uomo dello Sri Lanka ha tentato di far passare la frontiera a 4 connazionali: l'accusa è immigrazione clandestina

Ultimo aggiornamento il 11 settembre 2018 alle 21:20
Controllo della polizia a Malpensa (foto di repertorio)

Malpensa (Varese), 11 settembre 2018 - Un diplomatico dello Sri Lanka è stato arrestato dalla polizia di frontiera dell' aeroporto di Milano Malpensa per favoreggiamento all'immigrazione clandestina. L'uomo avrebbe cercato di far entrare in Italia quattro giovani connazionali, facendoli passare per parenti, il cui ingresso in Europa sarebbe stato pagato al diplomatico 4 mila euro l'uno dalle rispettive famiglie. Gli agenti lo hanno fermato appena sbarcato da Doha, in compagnia della moglie e ad altri quattro giovani, due ragazze e due ragazzi di circa 20 anni, quando ha chiesto, in qualità di diplomatico, di accedere alla postazione dedicata alla verifica dei documenti dei passeggeri comunitari.

L'uomo e le cinque persone che erano con lui hanno mostrato ai controlli passaporti con il visto di Schengen, quattro dei quali risultati però fasulli. Nel bagaglio a mano del diplomatico, sottoposto a perquisizione, sono stati trovati, nascosti nella copertina di due agende di lavoro, i passaporti autentici dei quattro giovani.Scoperti, i quattro ragazzi hanno ammesso di non aver alcun vincolo di parentela con il diplomatico che al contrario, su richiesta dei genitori degli stessi, si era impegnato, dietro il corrispettivo di 4.000 euro a testa, ad accompagnarli in Francia dove vivevano altri parenti. Arrestato, l'uomo è stato portato in carcere a Busto Arsizio (Varese), su decisione del pm Massimo De Filippo, mentre sua moglie e i quattro giovani sono stati reimbarcati sul primo volo per lo Sri Lanka.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.