Cassano Magnago (Varese), 14 maggio 2018 - Anche a Cassano Magnago come in altri Comuni del territorio varesino si punta sulla collaborazione dei cittadini per garantire più sicurezza attivando il “controllo di vicinato”. Qualche tempo fa l’incontro pubblico per presentare il progetto che in altre zone sta dando risultati positivi aveva visto la presenza di oltre 100 cassanesi interessati ad avere informazioni, un primo passo per avviare il servizio che dovrebbe essere diffuso in tutti i quartieri cittadini. L’altra mattina il primo incontro operativo nell’area di via Sansovino, presenti il sindaco Nicola Poliseno, l’assessore alla Sicurezza Paola Saporiti, il comandante dei vigili Raffaele Saporiti e il gruppo di controllo di vicinato di riferimento.

«Per noi è una nuova esperienza – ha detto il primo cittadino di Cassano Magnago – e crediamo nel valore positivo di questo progetto che si avvale della collaborazione dei cittadini, un’esperienza che sicuramente può aiutare a conoscere meglio anche i vicini di casa, a creare una rete di relazioni nel quartiere, fondamentale proprio essere in grado di captare situazioni o presenze che possono risultare sospette». Quindi un aspetto fondamentale secondo il sindaco è proprio la fiducia tra vicini di casa. In via Sansovino sono una sessantina i residenti che hanno dato l’adesione, pronti dunque ad essere coinvolti nel progetto. L’auspicio di Poliseno è che altri cassanesi seguano il loro esempio: l’obiettivo dell’amministrazione comunale è di avviare il servizio in altre zone della città. Un servizio quello del controllo di vicinato che si sta diffondendo sempre di più, una collaborazione importante quella dei cittadini che non diventano “sceriffi” ma grazie alla conoscenza del quartiere o della via in cui risiedono sono in grado di segnalare tempestivamente presenze o situazioni sospette.