Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Contro la violenza di genere battaglia a colpi d’uncinetto

L’idea lanciata da quattro donne ha conquistato Busto Arsizio: realizzare una maxi coperta e coprire l’intera piazza San Giovanni Battista

rosella formenti
Cronaca
Si può partecipare all’iniziativa di sensibilizzazione anche donando dei gomitoli
Si può partecipare all’iniziativa di sensibilizzazione anche donando dei gomitoli
Si può partecipare all’iniziativa di sensibilizzazione anche donando dei gomitoli

di Rosella Formenti

Si ritrovano ogni mercoledì pomeriggio dalle 16 alle 19 allo Spazio Arte Carlo Farioli, sono le promotrici in città del progetto Viva Vittoria, iniziativa nata a Brescia nel 2015 per mandare un segnale forte, con un impegno concreto, contro la violenza sulle donne. Lavorano ai ferri o all’uncinetto per confezionare una grande coperta colorata, l’obiettivo è coprire il prossimo anno, a ottobre, piazza San Giovanni Battista, il cuore della città. Elisa, Delia, Giovanna e Stefania hanno avviato il progetto, a gennaio hanno cominciato a realizzare i primi quadrotti ( ogni pezzo deve misurare 50cm per 50cm), nel frattempo si allarga il gruppo di donne che hanno deciso di sostenere l’iniziativa che ha un secondo obiettivo, lo spiega Stefania, volontaria della Lega italiana lotta contro i tumori.

"Oltre a testimoniare il no alla violenza contro le donne - dice – la nostra intenzione è di raccogliere fondi da destinare alla Lilt Busto Arsizio per acquistare uno o più ecografi portatili da utilizzare quando si promuovono iniziative nel territorio". Il primo quadrotto realizzato è stato proprio dedicato alla Lilt. I lavori sono cominciati da pochi mesi, c’è ancora molto tempo davanti, e dovranno essere tanti i quadrotti, tanti pezzi per comporre un mosaico davvero speciale, quella coperta che avvolgerà piazza San Giovanni Battista. Il cuore della città quel giorno d’autunno del prossimo anno pulserà di colori mandando un messaggio importante, di impegno per contrastare la violenza sulle donne e di sostegno all’attività preziosa della Lilt.

"Siamo contente di poter condividere questo progetto – dicono le promotrici dell’iniziativa bustocca - è un’esperienza coinvolgente, trasversale alle età, e ci auguriamo che nei prossimi mesi arrivino altre donne pronte a mettersi all’opera con i ferri o l’uncinetto per realizzare quei quadrotti che hanno un significato importante, sono un no alla violenza". Già nelle ultime settimane il gruppo si è allargato, il passaparola funziona, e dunque c’è sempre più interesse. "Non bisogna essere "maestre" nel lavoro a maglia – fanno rilevare - anzi c’è qualcuna di noi che proprio per sostenere Viva Vittoria ha preso tra le mani per la prima volta una coppia di ferri, contenta di questa decisione e anche dei risultati ottenuti". Si può sostenere il gruppo anche mettendo a disposizione la "materia prima", ovvero i gomitoli di lana e ce ne vorranno tanti, colorati, per la grande coperta che coprirà la piazza nel centro cittadino. Il prossimo passo del gruppo sarà contattare le scuole e coinvolgere le anziane ospiti delle case di riposo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?