Caronno Pertusella (Varese), 11 settembre 2018 - E' arrivato alla stazione dei carabinieri in sella a una vissutissima bicicletta tenendo in mano un borsello e, parlando un mix di inglese e italiano, ha spiegato che voleva fosse riconsegnato al viaggiatore che l’aveva dimenticato sul treno. È la buona azione di un 35enne ghanese che ieri pomeriggio ha portato alla caserma di Caronno Pertusella un borsello con oggetti di valore e 115 euro in contanti. Intorno alle 17 l’uomo era sul treno diretto verso casa. Accanto a lui era seduto un italiano residente a Monza, sceso alla stazione di Saronno.

Il ghanese si è accorto che sul sedile accanto a lui era rimasto un borsello dimenticato dal viaggiatore. Lo straniero ha chiamato l’italiano, ha cercato di bloccarlo ma le porte si sono chiuse davanti a lui. Ma non si è dato per vinto: è sceso alla stazione di Caronno Pertusella dove aveva lasciato la bicicletta ed ha pedalato fino alla caserma dei carabinieri. È arrivato proprio mentre due militari stavano uscendo dall’ingresso principale.

Ha mostrato loro il borsello e concitatamente ha iniziato a spiegare l’accaduto con un mix di parole in lingue diverse. Era molto preoccupato perché temeva di non riuscire a far capire il proprio intento e di essere scambiato per l’autore di un furto. I carabinieri l’hanno calmato e l’hanno invitato a entrare in caserma e a spiegare con precisione l’accaduto. Così parlando in inglese, con qualche parola in italiano, ha raccontato quanto successo sul treno e la sua volontà di restituire il borsello.

I carabinieri hanno preso in consegna la borsa e tutto il contenuto che è stato, come prevede la normativa, inventariato. Tanti gli oggetti di valore compreso il portafoglio con 115 euro in contanti e tutti i documenti dell’uomo. Proprio da questi ultimi i militari sono risaliti all’identità del proprietario che è stato rintracciato in serata. Allo straniero, operaio regolarmente in Italia che rientrava di una giornata di lavoro, il plauso per la buona azione.