La polizia in azione (foto di repertorio)
La polizia in azione (foto di repertorio)

Varese, 19 ottobre 2019 -  Amore e gelosia: un normale venerdì sera si trasforma in una serata di follia con due uomini che litigano per una donna e uno dei due che distrugge quattro macchine parcheggiate in strada. E' accaduto a Busto Arsizio, in provincia di Varese.

La ragazza ed il suo accompagnatore stavano rientrando dopo una serata in un locale, ma ad aspettarli c'era un 'conoscente' della giovane, un 38enne italiano, che appena il compagno di lei è sceso dall'auto gli ha sferrato un colpo in testa con una bottiglia di vetro, ferendolo. Da lì ha avuto inizio una colluttazione tra i due, dalla quale entrambi sono usciti con non pochi segni sul corpo. In ospedale, il 38enne ha rifiutato le cure ed ha lasciato la struttura. Ma non ha mollato ed è tornato nelle vicinanze della casa della donna, dove ha iniziato a distruggere le auto di lei e dell'amico, per poi proseguire con un'altra vettura parcheggiata vicino. Inoltre non contento di aver rotto finestrini e parabrezza, ha rovesciato dentro l'abitacolo delle auto dei due tutto il contenuto del cassonetto condominiale dell'umido e si è accanito anche sulla cassetta della posta del palazzo, facendola a pezzi.

La polizia, allertata da un vicino, è prontamente intervenuta sulla scena del crimine e ha colto il reo nell'atto di danneggiare ulteriormente le vetture con una rastrelliera per biciclette precedentemente divelta dalla propria postazione. L'uomo, ha lanciato la rastrelliera contro gli agenti e poi, dopo averla raccolta da terra, l'ha lanciata sul tettino di vetro di una delle automobili, mandandolo in frantumi. Ricostruita la vicenda, il 38enne è stato arrestato in flagranza per danneggiamento aggravato continuato e resistenza a pubblico ufficiale. Inoltre, è stato segnalato per art. 75 della legge sugli stupefacenti in quanto trovato in possesso di una dose di hashish. Sarà processato per direttissima.