Quotidiano Nazionale logo
31 mar 2022

Busto Arsizio Film Festival Sul red carpet c’è Pasolini

Fra i protagonisti Neri Marcorè, Ricky Tognazzi e il critico Paolo Mereghetti. Giovedì 7 aprile alla Ratti di Legnano il ricordo del grande attore cremonese

rosella formenti
Cronaca
Dopo due edizioni segnate dalla pandemia si torna finalmente in platea
Dopo due edizioni segnate dalla pandemia si torna finalmente in platea
Dopo due edizioni segnate dalla pandemia si torna finalmente in platea

di Rosella Formenti

Conto alla rovescia per il Baff – Busto Arsizio Film Festival, edizione numero 20: l’inaugurazione sabato 2 aprile alle 21 al Teatro Sociale, ospiti il regista premio Oscar Bille August, l’attrice ucraina Lidiya Liberman, Franco Nero e Anita Caprioli. Dopo le edizioni ridotte a causa della pandemia, il festival bustese torna in grande stile con un cast di superospiti sul red carpet, tra questi, Alberto Barbera,direttore della mostra del cinema di Venezia che lunedì 4 aprile terrà una masterclass all’Icma, l’attore danese Caspar Phillipson, per il film "The Match" al cinema Dante di Castellanza (sempre il 4 aprile), mentre sarà il Ratti di Legnano a ospitare Neri Marcorè, per l’omaggio a Pasolini, e Ricky Tognazzi, confermati anche Giorgio Tirabassi, Riccardo Rossi, Gino Castaldo,Vittorio Storaro, il critico Paolo Mereghetti. Per la serata finale, a fianco del direttore artistico Steve Della Casa, salirà sul palco Liliana Fiorelli, uno dei talenti emergenti del cinema italiano, artista nota per le sue doti di imitatrice.

Sarà dal 2 al 9 aprile una settimana intensa, scandita da proiezioni di film per le scuole, altre serali, incontri con attori e registi, presentazioni di libri, tra i i momenti salienti gli omaggi a Pasolini e Tognazzi a 100 anni dalla nascita. Per la sezione Effetto cinema, mercoledì 6 aprile alle ore 21 al cinema Ratti a Legnano ci sarà la proiezione de "Il giovane corsaro, Pasolini da Bologna" di Emilio Marrese alla presenza in sala del regista e di Neri Marcoré.

Attraverso materiale di repertorio, documenti inediti e le parole dello stesso Pasolini, Emilio Marrese esplora quel periodo giovanile della vita del poeta e regista muovendosi tra presente e passato: "Più che un classico documentario, è un film su uno studente dei nostri giorni che indaga sul rapporto speciale tra Pasolini e la sua città natale". Girato tra Bologna e provincia, si avvale della fotografia di Gian Filippo Corticelli e della voce narrante di Neri Marcoré, che dà respiro alle parole di Pasolini attraverso la lettura di articoli, lettere e interviste.

Giovedì 7 aprile alle ore 21 invece sarà la volta di "La voglia matta di vivere" di Ricky Tognazzi che incontrerà il pubblico del festival con il produttore Marco Miana al cinema Ratti di Legnano. Il 23 marzo 2022 Ugo Tognazzi avrebbe compiuto 100 anni, " La voglia matta di vivere" è un ritratto vivo, appassionato, originale di un padre, di un amico, di un artista, tra i più grandi del cinema italiano.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?