Sommozzatori dei vigili del fuoco in azione (foto archivio)
Sommozzatori dei vigili del fuoco in azione (foto archivio)

Varese, 14 agosto 2020 - Una ventenne è morta oggi nelle acque del lago Maggiore. La giovane si era appena tuffata per un bagno con gli amici, intorno alle 17.45, ma dopo essere andata subito in difficoltà non è riuscita a tornare a riva, sulla spiaggia di Arolo di Leggiuno (Varese), ai confini con il Verbano. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con un elicottero e la Guardia costiera del lago Maggiore, ma per la giovane di origine marocchina non c'è stato nulla da fare: il suo corpo è stato recuperato dopo oltre un'ora.

Il corpo senza vita è stato recuperato da un soccorritore marittimo ('rescue swimmer') della Guardia costiera a circa sei metri di profondità. La ragazza era in compagnia della famiglia sulla spiaggia di Arolo di Leggiuno e l'allarme è stato lanciato da un bagnante che l'ha vista sbracciarsi pochi minuti dopo essersi immersa
nelle acque del lago. I soccorritori del 118 hanno solo potuto certificare la morte per annegamento della giovane donna.