Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Al Piccolo Lago un pesce d'acqua dolce da stelle Michelin

La nuova stagione del ristorante dello chef Marco Sacco, sul lago di Mergozzo, è all'insegna dei prodotti locali

di MICHELE MEZZANZANICA
Ultimo aggiornamento il 9 marzo 2017 alle 15:30

Mergozzo (Verbano Cusio Ossola), 9 marzo 2017 - “La cucina è cuore e cervello”. Da questa frase, gridata in cucina per spronare i giovani apprendisti, Marco Sacco ha ricavato la grande novità 2017 per il suo Piccolo Lago, ristorante due stelle Michelin affacciato sul lago di Mergozzo, in provincia di Verbania.

Cuore e cervello di vitella, serviti con crema di cavolfiore e radicchio trevigiano. Parti tutt'altro che nobili ma chef Sacco, da buon piemontese, ha deciso di rivalutare le frattaglie, “perché la bestia va apprezzata in tutte le sue parti”. La novità è stata proposta in anteprima all'inaugurazione della nuova stagione del Piccolo Lago, assieme a due classici della casa come il topinambur e la mitica carbonara au koque, piatto-feticcio di Marco Sacco.

Ma frattaglie a parte, il 2017 del Piccolo Lago sarà soprattutto un discorso... di lago. Lo “chef d'acqua dolce” ha infatti deciso di scommettere sulla riscoperta del pesce di casa, rappresentato all'overture stagionale da un mantecato di luccio con salsa di mela verde e zenzero. Il pesce d'acqua dolce sarà fra l'altro protagonista di tre serate ad hoc, tra maggio e ottobre, con piatti illustrati dallo chef ma anche da altri “addetti ai lavori”, dai pescatori ai biologi marini. Una sorta di “cuciforum”, dove non ci si limita a degustare ma si approfondisce storia e provenienza di quel che c'è nel piatto. Un tema di grande attualità, nel distretto dei laghi a cavallo fra Piemonte e Lombardia

“Il pesce di lago viene erroneamente concepito come il parente povero di quello di mare – dice chef Sacco – ma il paragone è sbagliato, vanno considerati in maniera totalmente diversa. Il pesce di mare ha tutto un altro sapore, se prendo ad esempio un gambero rosso di Sicilia, mi basta mettere un filo d'olio e mangio una prelibatezza. Il pesce di lago bisogna saperlo valorizzare e io credo che quando un cliente va al ristorante, si aspetta di trovare qualcosa di particolare”. 

 

Piccolo Lago
via Filippo Turati, 87 28924 - Verbania
Aperto tutte le sere da mercoledì a domenica. Da giovedì a domenica aperto anche a pranzo
Tel: +39 0323 586792 Fax: +39 0323 586791 Mail: info@piccololago.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.