Vaccini(Archivio)
Vaccini(Archivio)

Milano, 1 ottobre 2020 - In Lombardia "la campagna delle vaccinazioni antinfluenzali 2020/2021 prende forma: si parte la seconda metà di ottobre, hanno già aderito 4.999 medici di famiglia e 528 Comuni hanno messo a disposizione oltre 700 spazi per supportare le operazioni". Lo annuncia l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, facendo il punto sulle attività preparatorie.

"Le vaccinazioni saranno eseguite all'interno degli studi professionali" dei medici, "laddove possibile, nei centri vaccinali delle Asst e negli spazi (centri civici, palestre, oratori e così via) messi a disposizione dai Comuni a supporto delle attività degli operatori sanitari nel rispetto delle regole anti Covid".  In particolare nella città di Milano sono stati individuati alcuni centri hub quali l'ospedale militare di Baggio, con personale dell'Asst Santi Paolo e Carlo, l'ospedale Sacco e il Centro di via Ricordi grazie all'Asst Fatebenefratelli in collaborazione con i medici di medicina generale del territorio. L'ambulatorio di Villa Marelli gestito dall'Asst Niguarda e una tensostruttura collocata davanti a Palazzo Reale con il personale dell'Asst Nord Milano.

Nell'area metropolitana di Milano hanno aderito finora 97 Comuni mettendo a disposizione 161 strutture aggiuntive. Per questa campagna vaccinale, sottolinea Gallera, "abbiamo acquistato l'80% delle dosi in più rispetto all'anno scorso. Si tratta di prodotti innovativi, ad altissima protezione per i più fragili e gli
ospiti delle Rsa, vaccini quadrivalenti per gli over 60 e gli operatori sanitari e dosi spray per i bambini"