San Donato (Milano), 29 agosto 2018 - Ha cercato di avvelenare un collega mettendo dell'acido cloridrico nella bottiglietta che aveva sulla scrivania. I carabinieri hanno accertato che, in passato, aveva già molestato una sua collega per telefono e imbrattandole auto e porta di casa. Per questo i militari hanno arrestato per atti persecutori, ma le è stata accusata anche il tentato omicidio, una dipendente dell'Eni di San Donato di 52 anni. In casa i militari del centro dell'hinterland milanese hanno trovato delle bombolette spray. Nella borsa una bottiglietta con la sostanza caustica e una siringa.