Paullo (Milano), 14 maggio 2018 - Nuova protesta del comitato dei pendolari che, in occasione della fiera cittadina del «Cià Che Girum», ha organizzato una raccolta firme per chiedere il ripristino delle corse domenicali degli autobus da Paullo alla Metro 3 di San Donato. Il taglio al servizio è stato adottato lo scorso luglio da Autoguidovie per arginare il «buco» di quasi 45mila euro, causato dai diminuiti trasferimenti di fondi pubblici, incontrando da subito le proteste dei cittadini. La situazione è particolarmente complicata per i lavoratori pendolari della domenica, soprattutto i turnisti, ma anche per le fasce più deboli. In molti si sono fermati al banchetto del comitato i cui attivisti sono ancora più preoccupati dopo la doccia fredda ricevuta durante l’incontro organizzato dall’Agenzia per il trasporto pubblico del bacino sudmilanese: nessun cambiamento è previsto per tutto il 2018 e con molta probabilità anche per il prossimo anno. «Non è pensabile – ha sottolineato Giancarlo Broglia, portavoce del comitato – che nel 2018, a 10 chilometri da Milano, ancora non esistano mezzi di comunicazione pubblici per spostarsi verso il capoluogo. Abbiamo la triste impressione che gli autobus la domenica non li vogliano rimettere più. Abbiamo già consegnato una lettera ad Autoguidovi. Non avendo a oggi ricevuto nessuna risposta, consegneremo questa ennesima petizione corredata dalle firme dei cittadini per chiedere il ripristino delle corse soppresse e la restituzione di un settimo di quanto già pagato per gli abbonamenti settimanali».

Intanto, tutti i cittadini sono stati invitati a partecipare alla manifestazione fissata per il prossimo 27 maggio alle 10, con raduno in Piazza della Libertà per poi spostarsi in corteo fino alla fermata sulla Paullese nuova al semaforo di Conterico per aspettare insieme l’autobus domenicale ancora in servizio.