Il sindaco Antonino Nucera con il comandante della polizia locale Giuseppe Pregevole
Il sindaco Antonino Nucera con il comandante della polizia locale Giuseppe Pregevole

Opera (Milano), 12 gennaio 2019 - Robocop in città. Il Corpo della polizia locale di Opera diventa uno di quelli maggiormente dotati tecnologicamente. In servizio agenti con  bodycam e autoscan: attraverso nuovi sistemi di videosorveglianza il Comando sarà in grado di aumentare la sicurezza degli agenti stessi e della cittadinanza. Uno fra i primi Comuni in Italia, Opera potrà contare su una nuova strumentazione elettronica: le bodycam, videocamere che ogni agente impegnato in un servizio esterno collocherà sulla divisa di ordinanza. Diversi gli obiettivi: garantire maggiore sicurezza agli operatori e agli utenti della strada nonché aiutare nell’accertamento di reati previsti dalle leggi in materia stradale, ambientale, e giudiziaria.

Gli agenti, nell’ambito dei molteplici servizi in cui sono quotidianamente impegnati, si trovano sempre più frequentemente a fronteggiare situazioni critiche connesse alla gestione di situazioni delicate o al comportamento degli utenti. Pertanto le bodycam contribuiranno a garantire e supportare l’operatore in servizio, scoraggiare condotte aggressive, tutelare i cittadini in modo poco invasivo e avere a disposizione fonti di prova. Ma non è tutto. L’amministrazione ha anche dotato il personale della Locale di un nuovo strumento elettronico quale ausilio per le attività di prevenzione e di accertamento delle violazioni al Codice della Strada.

Si tratta di un sistema in grado di leggere la targa di un veicolo, in grado di effettuare una verifica immediata a Motorizzazione civile e Ania, stabilendo in tempo reale se un veicolo è provvisto di assicurazione, se ha effettuato l’eventuale revisione e ovviamente se l’auto risulti rubata o meno. L’autoscan è dotato di una telecamera laser ed un tablet: la prima legge le targhe e verifica i dati, mentre l’esito viene inviato in tempo reale al tablet che è in uso ad una seconda pattuglia posizionata a 200 metri così che, appena ricevuto l’esito del controllo, sia in grado di fermare il veicolo e procedere alla verifica documentale e verbalizzazione della violazione segnalata. «Investire per garantire la sicurezza dei cittadini non è mai abbastanza e comunque sono soldi spesi bene –   spiega il sindaco Antonino Nucera – Così potenziamo non solo la sicurezza dei cittadini ma anche quella degli agenti stessi. Uno dei compiti dello Stato deve essere proprio quello di garantire la sicurezza dei cittadini».