Carabinieri in azione
Carabinieri in azione

Melegnano (Milano), 28 novembre 2018 - Carabinieri, arrivano i rinforzi. Anche le caserme del Sud Milano hanno beneficiato di un più generale incremento dell’organico dell’Arma, avvenuto su base regionale. Alla Compagnia di San Donato, che abbraccia 17 Comuni del Sud-est Milanese, sono andati in dote 15 uomini, così distribuiti: cinque alla tenenza di San Giuliano, quattro alla stazione di Melegnano, tre a Segrate, uno a Peschiera Borromeo e due a San Donato. Anche a livello locale, i nuovi arrivi significano un maggior numero di pattuglie sulla strada e, di riflesso, un più capillare controllo del territorio.

L'implemento dell’organico è considerato strategico visto anche il periodo pre-natalizio, che tradizionalmente impone un aumento dei pattugliamenti per la fisiologica recrudescenza degli episodi di micro-criminalità che vi si verificano, dai furti agli atti vandalici. I giovani militari saranno impiegati nei principali settori d’intervento dell’Arma, che nel caso del Sud-est Milanese vedono nella lotta allo spaccio una delle attività di punta. Il contrasto della ricettazione, il controllo delle aree periferiche e il monitoraggio dei flussi di merci e persone in transito sul territorio sono altre operazioni, sulle quali si continuerà a tenere alta la guardia, secondo un copione ormai consolidato.

Del resto, il territorio è vasto e presenta dinamiche complesse, soprattutto per il suo essere crocevia di strade e punti di passaggio. Da qui la necessità di attuare un controllo diffuso e costante. Soddisfazione per l’arrivo dei militari è stata espressa anche dalla classe politica. «Riteniamo fondamentale l’apporto dei carabinieri - commenta il sindaco di Melegnano Rodolfo Bertoli (Pd) -. L’aumento dell’organico va anche nel segno di una collaborazione sempre più stretta tra istituzioni e forze dell’ordine, per arrivare a un presidio del territorio quanto più possibile interconnesso. Nel giro di alcuni mesi partiranno i lavori di sistemazione della caserma di Melegnano».

Anche la sezione locale della Lega Nord plaude al potenziamento. Coi nuovi inserimenti, per la prima volta l’Arma del Terzo Millennio apre le sue fila ai nati dopo il Duemila, giovani in uscita da appositi percorsi formativi che, se da un lato devono ancora maturare esperienza, dall’altro promettono di portare una carica di entusiasmo ed energia. Il prossimo obiettivo, sul quale il Sud Milano dovrà lavorare è l’incremento della videosorveglianza.