Il tunnel di Locate nel mirino delle critiche per i disagi
Il tunnel di Locate nel mirino delle critiche per i disagi

Locate (Milano), 17 febbraio 2018 - Un sottopasso pedonale degradato e da paura, quello della stazione ferroviaria di Locate che mette in comunicazione la principale strada di Locate, via Roma, con il quartiere di via Cavalli. Una galleria troppo spesso poco illuminata e con gli ascensori problemi che, unitamente ai disservizi di Trenord, rendono la vita dei pendolari difficile e impossibile. La denuncia, l’ennesima, parte da Giordano Ambrosetti di “Viviamo Locate”, che ha raccolto in questi giorni numerose proteste dei cittadini che adoperano il sottopasso pedonale e la fermata della linea S13.

«È almeno da una decina di giorni che manca completamente l’illuminazione del nostro sottopassaggio ciclopedonale - spiega Ambrosetti - Inoltre per i disabili, gli inabili e gli anziani è praticamente precluso l’accesso alla stazione in quanto l’ascensore non è funzionante». Dato che il manufatto è la principale via di comunicazione da e verso il centro cittadino e le realtà oltre la ferrovia, come il quartiere di via Cavalli ad alta densità abitativa e Scalo Milano molti cittadini sono costretti a vivere disagio e a fare i conti con la paura ogni giorno.

«Tale questione - aggiunge Ambrosetti - unitamente ai disservizi di Trenord, non è da sottovalutare per garantire la sicurezza dei fruitori della stazione». Proprio da Locate oltre un anno fa era partita la protesta guidata da alcuni degli amministratori dei Comuni che sorgono sulla Linea S13 e dei comitati pendolari. A tirare le fila in quell’occasione era stato proprio il comune di Locate, con l’assessore ai trasporti, Diego Torriani - che assieme ai pendolari e ai sindaci di Pieve, Siziano e Lacchiarella aveva concordato il testo di un’istanza portata in Regione, Rfi e Trenord.

Nell’istanza gli amministratori chiedevano in modo concorde di dare un segnale rapido. In primis per quanto riguarda ritardi e soppressioni dei treni e carrozze sempre piene. Sul fronte sicurezza, sono state poi installate delle telecamere di videosorveglianza ma i vandali sono sempre in agguato. La situazione del degrado delle stazioni è un problema diffuso che accomuna tutti i paesi della linea ferroviaria.