Matteo Berrettini trionfatore sull'erba del Queen's
Matteo Berrettini trionfatore sull'erba del Queen's

Sorteggiato il tabellone di Wimbledon, lo Slam sull'erba e indubbiamente il più importante torneo di tennis del mondo. Una manifestaizone che oltre al verde dell'All England Club avrà sfumature di azzurro intenso vista la nutirita pattuglia azzurra, con 10 ragazzi impegnati nel singolare maschile (record) e 3 tenniste nel femminile. Si comincia a giocare lunedì 28 giugno, con la finale in programma  domenica 11 luglio, quando Londrà sarà la cpaitale dello sport mondiale, visto quella sera ci sarà, a Wembley, la finale degli Europei di calcio. In questo contesto Matteo Berrettini (che esordisce da strafavorito con l'argentino Guido Pella) e compagni scenderanno in campo, per una volta, con altissime ambizioni. E già si registrano altre due defezioni di peso: quella di Dominic Thiem tra gli uomini e quella, forse più significativa, di Simona Halep fra le donne, campionessa in carica, visto che aveva trionfato nel 2019 e l'anno scorso il torneo non si disputò per la pandemia.

Per quanto riguarda le teste di serie del torneo maschile, Djokovic, numero uno del mondo e del seeding,  affronterà il britannico Draper, mentre Roger Federer, che nonostante un rientro stagionale in campo con molti dubbi resta tra i favoriti per la sua storia (infinita) e per l'assenza di Nadal, sfiderà il francese Mannarino. 

Ecco le sfide che attendono gli italiani al primo turno: Berrettini-Pella; Sinner-Fucsovics; Seppi-Joao Sousa; Fognini-Ramos Vinolas; Travaglia-Martinez; Cecchinato-Broady; Musetti-Hurkacz; Mager-Londero; Caruso-Cilic; Sonego-Sousa. Per quanto riguarda invece il tabellone femminile, Camila Giorgi (in forma) sfiderà la svizzera Jil Teichmann, Jasmine Paolini esordirà contro la tedesca Andrea Petkovic, mentre Martina Trevisan si confronterà con la russa Elena Vesnina.

Tronerà anche il pubblico: la capienza per le finali di singolo e doppio sarà totale, mentre per i restanti incontri gli impianti potranno ospitare solo il 50% degli spettatori.