Cristiano Ronaldo con Kathryn Mayorga a Las Vegas nel 2009
Cristiano Ronaldo con Kathryn Mayorga a Las Vegas nel 2009

Londra - Kathryn Mayorga, l’ex modella che sostiene di essere stata violentata da Cristiano Ronaldo in un hotel di Las Vegas nel 2009, prosegue la sua battaglia e, secondo il “Mirror”, avrebbe chiesto un risarcimento da 65 milioni di euro, comprese le spese legali. L’ex modella nel 2010 aveva accettato di sottoscrivere un accordo da circa 300 mila euro per non portare il caso in tribunale ma tre anni fa ha deciso di presentare una nuova denuncia presso le autorita’ di Las Vegas, sostenendo che quando aveva firmato quell’accordo era incapace di intendere e di volere. CR7 non ha mai negato il rapporto sessuale con la ragazza ma ha sempre rigettato le accuse di violenza. 

La vicenda, che pareva archiviata, ha ripreso vita dall’intervista rilasciata proprio da Kathryn Mayorga al tedesco ‘Der Spiegel’, quando un giudice del Nevada ha rigettato la richiesta dei legali del portoghese di annullare la causa civile che la donna ha intentato contro di lui. Secondo Deportes Cuatro, un nuovo esame avrebbe potuto infatti rimettere in discussione tutto e aprire un’ulteriore fase di indagini. La prossima mossa degli avvocati della donna è stata infatti quella di dimostrare che al momento dell’accordo preso con Cristiano Ronaldo per ritirare le accuse, Kathryn Mayorga non era nelle migliori condizioni mentali.

Da tempo però gli avvocati del giocatore della Juventus hanno risposto che erano già state fornite tutte le prove delle capacità mentali di Kathryn Mayorga. Per CR7 non è esattamente il momento più magliante della cariera. La Juventus si scuce dal petto lo scudetto dopo nove anni e rischia addirittura di non partecipare alla prossima Champions League. Ma proprio Cristiano Ronaldo prova a scuotere con un messaggio i suoi compagni: “Il successo arriva quando i tuoi sogni sono più grandi delle scuse” il suo post motivazionale.