Filippo Tortu, grandioso primato personale nei 200 metri a Nairobi (Ansa)
Filippo Tortu, grandioso primato personale nei 200 metri a Nairobi (Ansa)

Impresa di Filippo Tortu che a Nairobi ha migliorato di 23 centesimi il suo record personale sui 200 metri correndo con il tempo di 20"11 (vento +2.0): ora è secondo solo a Pietro Mennea come italiano più veloce di sempre sul mezzo giro di pista. Nella tappa Gold del Continental Tour, il campione olimpico della staffetta ha chiuso al terzo posto dietro allo statunitense Fred Kerley (19.76) e a Isaac Makwala del Botswana (20.06). Il corridore brianzolo delle Fiamme Gialle dopo quattro anni si e' migliorato sui 200 e ora insegue il record europeo di Mennea.

È un personale che mancava da troppo tempo, dal 2018 per l'esattezza, con il 9''99 di Madrid. Sono davvero soddisfatto di questo risultato, che mi qualifica direttamente per i Mondiali di Eugene, ma che ha anche un sapore dolce-amaro. Sì perché alla grande soddisfazione si unisce la consapevolezza che, essendo arrivato alla fine della stagione, avrei potuto fare molto meglio quest'anno". Filippo Tortu commenta così il primato personale sui 200 metri conquistato a Nairobi nella sua ultima gara stagionale.

Una gara conclusa con il tempo di 20"11, secondo italiano di sempre dopo Mennea.  "È certamente stata la stagione più complicata di sempre e solo dopo la staffetta ai Giochi sono riuscito a darmi una sferzata a livello mentale -aggiunge il 23enne sprinter delle Fiamme Gialle-. Ho oggi una maggior consapevolezza dei miei mezzi e sono felice di aver concluso in bellezza. Ora è il momento di prendermi una strameritata vacanza".