Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
9 giu 2022
9 giu 2022

Dazn aumenta i prezzi: rivolta sui social. "Da Diletta a Disdetta è un attimo"

Raffica di post dopo l'annuncio del "balzello" sugli abbonamenti. Nel mirino, in particolare, il costo per la doppia visione

9 giu 2022

L'anno scorso un annuncio simile - cui seguì la marcia indietro - suscitò un vespaio simile, con post incandescenti sui social e ironia sparsa a piene mani. Gli abbonati di Dazn, evidentemente, mal sopportano l'ipotesi di aumenti delle tariffe. Lo dimostra la valanga di proteste comparse sulla rete non appena sono uscite le prime notizie su quello che in molti considerano un "balzello". In particolare finisce nel mirino il costo dell'abbonamento Plus per vedere le partite su due dispositivi, prassi consolidata che fino a oggi a permesso a tanti papà e figli di condividere il tifo a distanza.

La voce dei social

Tantissimi i commenti legati a costi reputati esagerati: "30 euro al mese per vedere le partite di Serie A di fatto potendo utilizzare un solo dispositivo è vergognoso. 40 per vederlo in due, agghiacciante", scrive un utente su twitter mentre un altro aggiunge "Da DILETTA a DISDETTA è un attimo!", in riferimento al volto di punta di Dazn, la giornalista Diletta Leotta.  Tanti hanno postato la disdetta del proprio abbonamento e chi minaccia di farlo se non ci saranno dei cambiamenti da parte della piattaforma online che permette di vedere le partite di calcio di Serie A. C'è inoltre chi lamenta il fatto che "non solo l'aumento abnorme del costo dell'abbonamento e il limite per la visione in contemporanea, ma anche il taglio netto ai dispositivi registrabili. Una mazzata clamorosa e anacronistica". Il tema è diventato subito un "trend topic" dai toni molto accesi con circa 10mila tweet in pochissimo tempo. 

Costi e aumenti

Dazn offrirà agli utenti due tipologie di abbonamento a costi diversi per attivare un profilo "standard" (29,99 euro) oppure "plus" (39,99 euro) che varia per il numero dei dispositivi registrabili e degli utenti contemporaneamente connessi. C'è chi si avventura in previsioni molto pessimistiche per la piattaforma: "Dazn ha appena firmato la sua condanna a morte". C'è chi sottolinea anche la scarsa qualità del servizio: "Dazn aveva senso a 19.99. Servizio scadente ma potevi vedere partite anche in 2 case. Solo a 30 è fuori mercato. A 40 un furto". C'è chi inoltre fa sapere che ad esempio in Germania il costo di Dazn è più basso. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?