La gioa dell'Atalanta
La gioa dell'Atalanta

Milano, 19 febbraio 2020 - L’Atalanta va oltre la storia, ipotecando il passaggio del turno ai quarti di finale di Champions League dopo aver battuto nella gara di andatasi Milano il Valencia per 4-1. Festa grande per i 45mila tifosi bergamaschi che hanno invaso lo storico impianto di San Siro, per ammirare una Dea bella, concreta e spietata. Che pur subendo alcuni sprazzi del Valencia, squadra esperta a livello internazionale e attrezzata per questi incontri, ha saputo tenere il pallino del gioco, concretizzando le migliori occasioni.

Dea padrona del campo fin dall’inizio, con Pasalic che al settimo si divora in contropiede un rigore in movimento facendo sussultare il pubblico atalantino. La squadra bergamasca continua a pressare e al quarto d’ora passa in vantaggio: discesa di Gomez a sinistra, cross e l’olandese Hateboer irrompe per appoggiarla da due passi nella rete. Sopra di un gol l’Atalanta insiste, cerca la porta pur senza inquadrarla, poi soffre per dieci minuti un’improvvisa fiammata del Valencia che in pochi minuti centra un palo con Torres e fallisce una palla a porta vuota con Mangala.

Il pareggio sembra nell’aria e invece su discesa a sinistra Gosens tocca per Pasalic che apre per Ilicic: lo sloveno si inventa una bordata da fuori che vale il 2-0 dopo 42 minuti. Nella ripresa prosegue il monologo atalantino, con Gomez che con un cross sfiora il tris. Ma il 3-0 è solo rimandato: al 57’ Freuler si inventa una rete da standing ovation con un tiro a giro.

Il Valencia si fa vedere con Maxi Gomez che fallisce a colpo sicuro davanti a Gollini e la Dea non si fa pregare: al 62’ contropiede innescato da Ilicic per Hatebor che galoppa fino a concludere in rete. Sul 4-0 parte la festa anticipata del popolo atalantino ma il Valencia ha un sussulto. Al 66’ Cheryshev appena entrato approfitta di un errore di Palomino per insaccare la rete che tiene a galla gli spagnoli e cinque minuti più tardi si divora il secondo gol sparando su Gollini. Finale con la Dea che fallisce la quinta rete con una combinazione tra i nuovi entrati Zapata e Malinovskyi. Ma quattro gol bastano in questa serata da sogno. I quarti di finale sono dietro l’angolo...

 

 

Atalanta 4

Valencia 1

Primo tempo: 2-0

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini ; Toloi , Palomino , Caldara (75’ Zapata); Hateboer, De Roon , Freuler , Gosens ; Pasalic (90’ Tameze) ; Papu Gomez (79’ Malinovskyi), Ilicic .

All.: Gasperini.

Voto squadra

VALENCIA (4-4-2): Domenech ; Wass , Diakhaby , Mangala , Gayà ; Ferran Torres , Dani Parejo , Kondogbia , Soler ; Guedes (64’ Cheryshev ) , Maxi Gomez (73’ Gameiro ). All.: Celades.

Voto squadra

Arbitro: Oliver (Ing)

Marcatori: 16’ Hateboer (A), 42’ Ilicic (A), 57’ Freuler (A), 62’ Hateboer (A), 66’ Cheryshev (V)

Spettatori: 45.792