Roma - La fan zone piu' grande d'Europa dai Fori Imperiali fino al Pincio, il football village a Piazza del Popolo, il media center, il dome e l'area food al Pincio, gli hot spot in quattro piazze adiacenti via del Corso, i maxischermi a via dei Fori Imperiali per seguire le partite dell'Italia. Roma vivrà così i prossimi europei di calcio, prima manifestazione alla presenza dei tifosi seppur contingentati, che si disputeranno con partite in tutto il continente dall'11 giugno all'11 luglio e il match inaugurale (Italia-Turchia allo stadio Olimpico).

Nel giorno dei 2.774 anni di Roma la capitale ha ospitato il vernissage che si è svolto sulla terrazza con vista sui Mercati Traianei la coppa ideata da Henri Delaunay è stata la protagonista della presentazione degli eventi che la Capitale per un mese ospitera' da parte della sindaca Virginia Raggi, del commissario straordinario Uefa Euro 2020 di Roma Capitale, Daniele Frongia, della sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, del presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, di quello del Coni, Giovanni Malago' e del numero uno di Sport e Salute, Vito Cozzoli.

Il cuore pulsante della Roma vestita a festa per gli Europei sara' piazza del Popolo: "Per un mese i romani e i turisti vivranno quell'area- ha spiegato Frongia- Ci sara' un palcoscenico e dei maxischermi con un 
programma dettagliato di intrattenimento musicale e culturale. Inoltre sara' possibile incontrare i campioni e la mascotte. I mobilita' makers faranno muovere i tifosi stranieri in questa enorme fanzone dove si parlera' di calcio e non lo si vedra' solamente". 

Lo stadio Olimpico ospitera' quattro partite della competizione continentale per nazioni: le tre gare che l'Italia disputera' nel proprio girone (contro Turchia, Svizzera e Galles) e un quarto di finale. Sugli spalti ci sara' il pubblico, anche se pero' ora riempiendo l'impianto solo al 25%.  L'auspicio del presidente della Figc, Gabriele Gravina, è che con l'aumento delle vaccinazioni si possa alzare l'asticella del pubblico in ingresso allo stadio: "Il 25% era il minimo richiesto dall'Uefa. Auspichiamo che quel 25% possa essere aumentato quando riusciremo a incrementare le vaccinazioni".