Quotidiano Nazionale logo
29 gen 2022

Sanremo 2022, festival e Covid: tutte le regole da rispettare

Un protocollo stilato dalla Rai  per tutelare lo svolgimento dell'evento e garantire "la massima tutela di tutti i lavoratori, collaboratori, fornitori e artisti"

An internal view of the stage of the Ariston theatre during the 71st Sanremo Italian Song Festival, Sanremo, Italy, 02 March 2021. The festival runs from 02 to 06 March.    ANSA/ETTORE FERRARI
Teatro Ariston a Sanremo

Sanremo, 29 gennaio 2022 - Il conto alla rovescia è partito: martedì 1 febbraio inizierà la 72esima edizione del Festival di Sanremo. Anche quest'anno la kermesse deve fare i conti con il Coronavirus e, per questo, la Rai ha stilato un protocollo con regole anti-Covid assolutamente da seguire per tutelare lo svolgimento del festival e garantire "la massima tutela di tutti i lavoratori, collaboratori, fornitori e artisti". Misure da rispettare indipendentemente dal colore della Regione Liguria e insieme alle prescrizioni delle autorità locali in base ai dati epidemiologici.

Il protocollo parte dalle regole base, come l'obbligo di indossare sempre la Ffp2 e di igienizzare spesso le mani o il distanziamento di almeno un metro e mezzo (2 metri nelle aree per fumatori). Vieta di "concedere autografi, foto e avere interazioni con i fans e creare situazioni di assembramento", impone di "monitorare il proprio stato di salute, rimanere nel proprio alloggio in caso di malessere e segnalare tempestivamente sintomi riconducibili al Covid", "rispettare gli affollamenti massimi consentiti nei locali all'interno e all'esterno del complesso produttivo", "evitare situazioni o contesti di assembramento".

Per entrare nell'Ariston, servono il Green pass base e un tampone antigenico o molecolare negativo effettuato non oltre 48 ore prima: all'arrivo, si viene sottoposti a un tampone antigenico che viene ripetuto obbligatoriamente ogni 48 ore (o dove previsto ogni 72 ore). In teatro bisogna indossare sempre la mascherina Ffp2 e durante le prove è consentito l'accesso ad un solo discografico, ad un accompagnatore e un solo fonico, per un massimo di tre accompagnatori. Nel tragitto dal camerino al palco si può usare la mascherina chirurgica per evitare di danneggiare il trucco e si può toglierla esclusivamente sul palco, per la diretta e per le prove. Durante i giorni dello spettacolo, l'artista deve entrare in teatro truccato, pettinato e vestito e deve essere sempre accompagnato da un addetto della redazione dal camerino alla Green room, in cui attenderà di essere accompagnato nella Red room, dove potranno essere effettuati i ritocchi di trucco e parrucco. Un ispettore di studio farà salire l'artista sul palco e, al termine dell'esibizione, lo riporterà nel retropalco dove avrà a disposizione una nuova Ffp2 e potrà spostarsi nel luogo dell'eventuale intervista radiofonica. Poi una hostess lo accompagnerà in camerino o direttamente all'uscita.

Fuori del teatro, le interviste dovranno svolgersi preferibilmente da remoto; la consumazione di cibi e bevande e gli spostamenti dovranno avvenire in totale sicurezza evitando assembramenti; la casa discografica dovrà fornire alla Rai ogni giorno il tracciamento dei movimenti con indicazione del tragitto, dell'ora, della targa dell'automezzo, delle presenze all'interno e del nome dell'autista. In hotel gli artisti dovranno rispettare le procedure anti-contagio, evitare di attirare la curiosità dei passanti e sono invitati a pranzare da soli, anche all'interno del proprio alloggio, evitando i ristoranti affollati e senza trattenersi a chiacchierare o ad attendere colleghi. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?