Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Eurovision 2022, Israele verso il forfait: il motivo? Uno sciopero

Il cantante Michael Ben David potrebbe partecipare da remoto

Nuova possibile assenza all'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio a Torino. Dopo l'esclusione della compagine russa a causa di quello che sta avvenendo a livello internazionale fra Russia e Ucraina, un altro partecipante rischia di non poter partecipare. E anche in questo caso la motivazione non ha nulla a che vedere con la gara musicale. Il cantante Michael Ben David, rappresentante di Israele, rischia seriamente di non poter partecipare a causa di uno sciopero. "Al momento, a causa dello sciopero del ministero degli Esteri, che incide sui protocolli di sicurezza, la delegazione israeliana non sarà presente all'Eurovisione di Torino" si legge sul profilo Twitter ufficiale di Israele per l'Eurovision.

Michael Ben David
Michael Ben David

Gli scioperi, si sa, rappresentano una forma di protesta che prevede l'astensione del lavoro in modo da creare qualche grattacapo al "titolare" dell'azienda per cui si lavora e riuscire quindi a vedere accolte le proprie richieste. E i grattacapi spesso vengono scontati anche dagli utenti del servizio che viene interrotto. Come potrebbe avvenire in questo caso, dove l'utente finale è in realtà il cantante Michael Ben David, che a oggi sarebbe escluso dalla manifestazione di Torino perché senza l'adeguata copertura dei servizi di intelligence israeliani non potrebbe lasciare il Paese. Un'escamotage potrebbe essere quello di farlo esibire da remoto, visto che l'artista rimane di fatto in gara a tutti gli effetti.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?