Costanza Quatriglio e Anna Foglietta
Costanza Quatriglio e Anna Foglietta

di MANUELA SANTACATTERINA- «"One Health". Ci abbiamo tenuto molto a questa che è una semplice locuzione ma che racchiude tanto. Siamo abituati a pensare che tutto sia un po' per compartimenti stagni. Invece queste stanze comunicanti, non solo del pensiero ma anche dell'uomo, natura e scienza sono un tutt'uno di cui prendercene cura. E mai come questi tempi l'abbiamo capito». Anna Foglietta interpreta Irene, affermata ricercatrice nell'istituto zooprofilattico italiano, in Trafficante di virus, film diretto da Costanza Quatriglio - e scritto insieme a Francesca Archibugi - liberamente ispirato al libro di Ilaria Capua Io, trafficante di virus, presentato Fuori Concorso al Torino Film Festival, in sala solo il 29 e 30 novembre e il 1° dicembre e prossimamente su Prime Video. Una storia con più strati di lettura come racconta la regista ad Hot Corn. «Mi sono focalizzata sopratutto sulla lungimiranza di questa persona che già nel '99 si occupa di epidemie che possono fare il salto di specie e anche sulla questione della difficoltà di una donna di scienza nel vivere in un mondo accademico come quello italiano particolarmente restio al cambiamento e al lavoro e all'indipendenza intellettuale delle donne». 

Recensioni, interviste, speciali: scoprite il cinema su Hot Corn!