Miriam Leone e Antonio Manetti intervistati da Hot Corn
Miriam Leone e Antonio Manetti intervistati da Hot Corn

di MANUELA SANTACATTERINA - «Eva Kant è un personaggio eterno che sarà sempre più attuale. Quello che sono riuscite a fare le sorelle Giussani è stato di darle una grande forza e femminilità né esibita né nascosta. Eva Kant è una donna che crede nel suo valore. Non è un satellite dell’uomo ma un pianeta. Questo le permette di essere una forza creatrice al pari dell’uomo». Miriam Leone racconta a Hot Corn la sua Eva Kant, protagonista insieme al Diabolik di Luca Marinelli dell’adattamento firmato dai Manetti bros. in cui raccontano la storia di un uomo dalle capacità straordinarie. «Chi non conosce Diabolik a volte pensa che sia un supereroe. Ma è tutto l’opposto, è molto umano», ci racconta Antonio Manetti, «È un uomo molto intelligente, sa inventare cose che nessun altro penserebbe, sa trasformarsi, recitare. E queste qualità gli permettono di essere unico, e quindi imprendibile».

Diabolik: Valerio Mastandrea e Marco Mainetti raccontano il film