Jasmine Trinca e Clive Owen in Guida Romantica a Posti Perduti
Jasmine Trinca e Clive Owen in Guida Romantica a Posti Perduti

di ILEANA DUGATO – Si riaccendono i riflettori sul Lido. Dopo il successo della ripartenza dello scorso anno, la 78. edizione della Mostra del Cinema di Venezia è pronta a riprendere più carica che mai. E quanta è già l’attesa per i film presentati! Dall’attesissimo Dune di Villeneuve al ritorno di Pedro Almodovar con Madre Paralelas, Sorrentino con il suo È stata la mano di Dio e Ultima notte a Soho di Edgar Wright. La lista è lunga e non vediamo l’ora di scoprirli e vedere chi si aggiudicherà il Leone d’Oro. Intanto, in attesa che si aprano i battenti di Venezia78, CHILI celebra la Mostra con una vetrina dedicata, Aspettando Venezia. I titoli più recenti che hanno sorpreso ed emozionato il Lido, da Nomadland a Miss Marx. Ecco cinque film consigliati da Hot Corn da (ri)vedere mentre aspettiamo questa nuova edizione.

I PREDATORI - Il debutto alla regia di Pietro Castellitto ha sorpreso critica e pubblico e ha portato il giovane regista ai David di Donatello. Castellitto mette in scena due famiglie romane che non potrebbero essere più lontane tra loro: i Pavone, borghesi e intellettuali, e i Vismara, immersi nel proletariato e fascisti. Un incidente farà sì che le loro strade si incrocino, mentre un venticinquenne seguace di Nietzsche ha una missione inusuale da portare a termine.

Dove vederlo: I predatori

GUIDA ROMANTICA A POSTI PERDUTI - È un film profondamente attaccato alla vita quello di Giorgia Farina. Benno e Allegra (Clive Owen e Jasmine Trinca) combattono quotidianamente con i loro demoni interiori, uno un giornalista alcolizzato e l’altra un’esploratrice che soffre di ansia. Insieme, si mettono in viaggio alla volta dell’Europa, visitando luoghi “perduti”, che il grande turismo non è riuscito a trovare e intaccare. Il loro viaggio li aiuterà a scoprire sé stessi e, forse, ad innamorarsi un po’ di più della vita.

Dove vederlo: Guida romantica a posti perduti

LE SORELLE MACALUSO - Cinque sorelle, Maria, Pinuccia, Lia, Katia e Antonella, vivono da sole all’ultimo piano di una casa nella periferia di Palermo. Non hanno i genitori e possono contare solo le une sulle altre. Una di loro muore da bambina e le altre quattro devono fare i conti con la perdita. La storia delle loro vite, dall’infanzia all’età adulta, è valsa a Emma Dante un Premio Pasinetti a Venezia. Una storia di cruda realtà e sogni e speranze, in una terra e in una famiglia dove gli addii e gli arrivi si alternano come le stagioni.

Dove vederlo: Le sorelle Macaluso

EST (DITTATURA LAST MINUTE) - Cosa succede se, nel 1989, tre giovani ragazzi decidono di partire per una vacanza fuori dall’Italia? E se la meta fosse un paese dell’Europa dell’est, dove vige ancora il regime sovietico? È questa l’avventura che dalla tranquilla Cesena intraprendono Pago, Rice e Bibi, i protagonisti di Antonio Pisu in questo film on the road diverso da quelli a cui siamo abituati. Non ci sono la California e i tramonti della West Coast, bensì la Bulgaria, la Romania e l’Ungheria in un tempo drammatico per quei paesi. Ma le vicende dei tre viaggiatori hanno un che di tragicomico da non perdere.

Dove vederlo: EST (Dittatura Last Minute)

IL MONDO CHE VERRÀ - Abbiamo già speso parole a sufficienza elogiando Katherine Waterstone e Vanessa Kirby qui definendolo il miglior film queer dell’anno, e in effetti c’è un motivo se Venezia77 ha premiato il film di Mona Fastvold con il Queer Lion. Il mondo che verrà è una delicata e intensa storia d’amore tra due donne che non potrebbero stare insieme e una tragedia che si consuma nella lontana frontiera americana. Tra classico e moderno, un racconto che tocca il cuore e non lascia indifferenti. Se cercate un’atmosfera fuori dal tempo in cui perdervi e sognare, l’avete trovata.

Dove vederlo: Il mondo che verrà