Bergamo, 22 settembre 2018 - Centinaia i piccoli volontari hanno partecipato alla pulizia dei mari della Minitalia a Leolandia per l’edizione speciale di 'Puliamo il MiniMondo'. L’evento per bambini, che si è svolto questa mattina nel parco divertimenti di Capriate San Gervasio,  legato alla sostenibilità - che vede la collaborazione con Legambiente - quest’anno dedicato alla salvaguardia dei mari dall’inquinamento da plastica, è la più grande simulazione della celebre iniziativa Puliamo il Mondo (28, 29 e 30 settembre 2018), in cui i volontari di tutto il globo ripuliscono, valorizzano e conservano i propri territori.

Squadre di piccoli volontari, munite di retini da pesca, si sono messe all’opera per ripulire i litorali della storica Minitalia, sporcati per l’occasione da centinaia di bottigliette di plastica. Un gesto simbolico a favore di mari più puliti, che ha dato modo a bambini tra i 5 e i 10 anni provenienti dalle scuole del territorio e a un gruppo di ospiti del parco, di riflettere su una problematica di grande attualità che coinvolge tutti i mari e gli oceani del mondo, per la quale si stima che le materie plastiche rappresentino l'85% dei rifiuti sulle spiagge (dati Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare).

Molte sono le impressioni che i bambini volontari hanno espresso a favore dell’ambiente dopo aver partecipato all’attività: “Ai miei amici do il consiglio di rispettare sempre di più la natura. - ha raccontato Giovanni, 8 anni, che ha poi aggiunto – Quando vado al mare prendo un bastoncino e raccolgo la plastica per evitare che le tartarughe si impiglino e così la natura è anche più pulita”. Anche Martina, 6 anni, ha parlato di come si impegna in piccole azioni quotidiane per la salvaguardia dei mari "Quando vado al mare butto i rifiuti nei bidoni perché altrimenti i pesciolini stanno male. - e ancora - Il mio messaggio è di rispettare l'ambiente e tutte le sue regole".

A seguire, i piccoli partecipanti si sono dotati di guanti e sacchetti e hanno raccolto i rifiuti di diverse tipologie cosparsi sulle piazze italiane in miniatura per imparare come differenziarli e trasformarli in nuovi beni utili alla vita di tutti i giorni. L’intera giornata, arricchita anche dai laboratori sul riciclo realizzati in compagnia dei genitori, è stata quindi all’insegna dell’educazione ambientale e del divertimento, capeggiati dai volontari di Legambiente, per fronteggiare il marine littering.

L’iniziativa Puliamo il MiniMondo si inserisce nel percorso di sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente che Leolandia porta avanti da 8 anni, e che gli ha fatto guadagnare il titolo di eccellenza green. Un impegno quotidiano quello del parco, che dal 2014 ha sostituito la plastica monouso in ambito ristorazione, grazie all’introduzione di stoviglie di materiale biodegradabile e compostabile, e all’incentivo di un utilizzo corretto della plastica con l’impiego di 21 compattatori di bottigliette PET. Sempre in ottica di recupero dei materiali, Leolandia ha realizzato la pavimentazione anti trauma di alcune aree gioco in Pneumatici Fuori Uso. Lo stile di vita sostenibile del parco è anche testimoniato dall’impiego di carta riciclata, dall’utilizzo di energia da fonti rinnovabili e la produzione di energia grazie al nuovo impianto fotovoltaico.