Los Marcellos Ferial con "Sei diventata nera" vinsero nel 1964 un Disco per l'estate
Los Marcellos Ferial con "Sei diventata nera" vinsero nel 1964 un Disco per l'estate

Milano, 2 agosto 2018 - Ogni settimana lo sguardo di Roberto Brivio affilato in decenni di satira, esercitata come attore, scrittore e chansonnier, illuminerà angoli della Grande Milano di oggi: i suoi vizi, le sue virtù e soprattutto la sua gente, da raccontare con irriverenza e tenerezza, come sa fare lui. E in lingua madre: il dialetto milanese.

El me amis,  musicista de “prima”, l'è partì per i vacanz. Tornarà per la fin de Agost. Speremm che ghe vegna l'ispirazion e che el me metta in musica trii o quatter testi de canzon che gh'hoo daa. I paroll hinn tirà da la soa. La metrica l'è giusta. Se gh'è de fa' on quaj ritocco sont a disposizion. Se sa che per quanto on paroliere el sia rigoros el compositor po' faa di cambiament. Per el moment l'unica modifica che l'Enrico Intra l'ha faa l'è ona lettera in anticip su 'na mia richiesta ancamò minga pensada. “Caro RoBrivio. Parto lasciandoti un compito. Invece della lettera di risposta a una tua argomentazione ti mando la musica di una canzone alla quale dovrai mettere le parole. Fa' conto che tu mi abbia chiesto un parere su quella che una volta era la trasmissione radiotv “un disco per l'estate”. Ti allego una canzone che potrebbe essere quella del dopo estate '18. Certo pubblicare una composizione musicale è una “stranezza”, specialmente se ancora senza parole. Parole che tu ti impegnerai a scrivere. Perché non lanciare l'iniziativa a tutti i musicisti professionisti e in erba che leggono il quotidiano Il Giorno, e chiedere loro uno scambio di “lettere musicali”. Che ne dici Enrico Intra.”

Eh! Bisògna vedè cossa ne pensa el Direttor. Podarissom articolà l'idea sotta on concors ch'el conclud cont ona serada final in television. Musica e paroll visionà da ona giuria cont Intra come President. Digh ai concorrent che tipo de musica gh'han de scriv: Rap, Rock, Jazz, Country, Canzonetta classica, o on fritto misto de tucc i gener. E poeu fissà ona data de scadenza, cont la votazion, on spettacol (perché ghe voeur on spettacol) per la premiazion e fissà i prèmi de assegnà in on grand teater. Robba de ridd. Se el salta foeura on quaj sponsor, slargom la manifestazion. Per mi se po' fa'. Caro Intra, grazie dell'idea. Ghe pensi de prèssa, de premura. Ne parli al Sandro Neri e se l'è d'accord partom in truscia. Intanta grazie per la musica. 'Sta settimana ghe metti i paroll, anca se sarìss del parer de invoglià i lettor a fall. Anzi, femm inscì: se ricevi on quajcoss che el varga la pena te tegni informà. In lingua e in dialett. Anzi, pussè dialett ghe sarann pussè l'operazion la se slargarà. La musica la metti nel solit riquader. E adess parlèmm dell'estaa e de tutt quell che succed. “Gioeugh mortal, i giovin che fann el Parcor per fass riprend e ammirà sui social ( sfiden la mort per la “Noia” cantada dal Califano, e ne sparissen 170), giogador di macchinett che rovinen i familiar, quajvun el mazza per procurass i danèe, la Rai che l'è semper in forsi per i poltronn e che la fa' i programm a la... de can, incendi de per tutt e cont on numer rilevant de gent brusada (senza nanca la scusa de la stregoneria, ma quei che i hann provocà - fiamme dolose - sann minga quanto sien dolorose per chi ghe capita denter e chi el sta' foeura), on Casinò che el va in malora (ma se po' ) perché paga minga el fitt e el Governo el se mett sui spall danèe su danèr per tirall foeura di pest; ca' che vegnen occupà da abusiv perché l'inquilin l'è andà in ferii, dottor che scarseggen, malaa disperà che san no come cùrass, salmonella e legionella in azion, discarigh abusiv che fra pocch invaderann anca piazza del Domm, casaghèe de per tutt, zanzar, mosch, vermen in del mangià, ma la notizia pussè esplosiva l'è quella de la Theresa May, premier britannico, che la viaggia cont l'assaggiator. Semm tornà al Medioevo (el gh'aveva reson Roberto Vacca quand l'ha scritt el liber “Il medioevo prossimo venturo”), a la dittatura, ai roman. Disen che l'è la prassi. “ Gh'hoo seet!” dopo la Brexit la Tosa l'ha imparà el milanes “ Cossa podi offrigh On spumantin gelaa On'aranciada stappada sotta i so' oeucc ” “ No, on biccer d'acqua.” Battuda de man, el riva l'assaggiador in costum, el se netta i laver cont la lengua, el bev tremebond intant ch'el pensa “speremm de ciappà no el tifo, la psoriasi, la pergamoide” se spetten on para de minutt e intanta la sciora la suda, poeu lu el schiocca la lengua, el se gira l'indes su la guancia, la donna finalment la bev l'acqua gelada e… tutta sudada, ghe vegnen i convulsion.

Figuremes poeu cont el fuud. Intant che spetten l'antipast, l'addetto ecologico al cibo (se po' no continuà a cjamall assaggiator) el se mett in bocca el pan, i grissin, el spantega on po' d'oli sul piatt per fa' scarpètta con el pever, lee, golosa, le varda e poeu la se decid a seguill ma infiland el pan in la forchetta (noblesse oblige)o sul cortell, per pucciaa, senza recordass de quand a la Cort i Re mangiaven cont i man. Al post de l'Assaggiator gh'era el Lavador cont la scodella d'acqua che certi volt, bella e voncia, l'era bevuda per sbagli. Senza cuntà de quand el potent, per fa' vede' quantu l'era potent el ghe spandeva denter. Uei la storia l'è eternada in vun di risott che vegnen da la tradizion. Minga el risott giald, quell di canzon popolar. “Napoleone, faceva l'oste/ e Garibaldi il cantiniere trullallà/ la Regina d'Inghilprussia la pissava in d'on biccer/ in on bicer, in on biccer/”. E poeu gh'è la sicurezza che la se moeuv per tanti: governant vecc e noeuv, politich, maestà e majestich, capp de amministrazion, personagg de spettacol, mafios e sicari, magistrador e dirigent, gent cont scorta privada e pubblica. E la television la dà' i notizi con l'immagin di parlamentar che camminen, avanti e indrè, fa nient in doa van, basta che camminen, che gh'abbien a fianc on microfono qualsiasi e che se fermen no a parlà, a rispond. Dagh a trà ai giornalist consideraa rompa ball, l'è on'ònta. Prima di elezion cercaven de parlà cont tucc, de dà la man a tucc, de vess ripres (semper in camisa) in qualsiasi situazion, anca segreta. Adess che gh'è la poltrona tratten l'interlocutor con sufficienza. “perché gh'hoo de rispondet Te vedet no che gh'hoo de camminà Che devi famm riprend intanta che entri Se m'importa doa. El speaker el devv vess soppòrtà da ona quaj immagine. E mi ghe la do'. Tant el montador di TG, sia che sien Rai o Mediaset o altra Tv, le manda in onda ripetutament, a quel popolo …-come el diseva Trilussa - …che fa' entrà ona notiza da on'oregia e la fa' sortì' dall'altra. Hoo fa ben a intitolà el me spettacol “On Gufo incassà”.