Sondrio, 19 agosto 2018 -  Sondrio-Lecco  non si gioca. Venerdì sera, in gravissimo ritardo, la Lega Nazionale Dilettanti della Figc ha comunicato la decisione di rinviare a data da destinarsi tutte le partite del turno preliminare di Coppa Italia di serie D, "in occasone della giornata nazionale di lutto indetta per la tragedia che ha colpito Genova e per solidarietà ai familiari delle vittime". La LND, si legge nel comunicato ufficiale, "si stringe attorno al ricordo di Marius Djerri, 22 anni, di origine albanese, attaccante e più giovane calciatore della Campi Coviglianese, società del campionato di Seconda categoria ligure, tragicamente scomparso nel crollo del Ponte Morandi". Niente partita di cartello quindi alla Castellina che oggi pomeriggio alle 16 avrebbe ospitato un succulento match tra la rinnovata formazione di casa allenata da Omar Nordi e il super Lecco allestito dal patron Di Nunno, una squadra che parte con il chiaro obiettivo di vincere il campionato e salire in C.

"Nulla  da dire sulla decisione – dice il direttore generale del Sondrio, Habib Zallouz -, avrebbero dovuto a mio modo di vedere fermare tutta l’attività programmata per questo fine settimana in ogni categoria, anche in serie A. Noi ci eravamo preparati per ospitare una bellissima partita col Lecco, una delle big del campionato". Quando verrà recuperata la gara ? Due le date possibili: o un turno infrasettimanale nelle giornate di mercoledì 22 o giovedì 23 agosto oppure rimandare il turno preliminare a domenica 26 agosto e far slittare a questo punto il primo turno in altra data. In tal merito non è arrivata nessuna comunicazione da parte degli organi competenti della Federazione che coi loro “soliti” tempi (piuttosto lunghi) informeranno nei prossimi giorni le società della decisione. Il Sondrio, così come il Lecco, ha quindi dovuto rivedere i piani per il fine settimana.

La squadra di mister Nordi si è allenata ieri sia al mattino sia al pomeriggio e oggi, con inizio alle 10.30, disputerà una partitella in famiglia alla Castellina, l’occasione per i tifosi del Sondrio di vedere all’opera per la prima volta il neoacquisto Paolo Guerci. Il venticinquenne portiere, aggregatosi alla squadra poco prima di Ferragosto, è cresciuto nelle file del Pavia e, tra le altre, può vantare diverse presenze in C con lo stesso Pavia, il Naviglio Trezzano e il Bellaria Igea Marina. Nelle ultime due stagioni ha difeso la porta del Cavenago Fanfulla e dell’Arconatese in serie D. Nei piani della società il primo portiere dovrebbe essere Marco Lassi ma poi l’ultima decisione spetterà a mister Nordi, come è giusto che sia. Intanto l’attaccante Antonio Ieriti, prima “bocciato” dalla società e poi richiamato, ha deciso di giocare in un’altra squadra. Il Sondrio però non si tufferà sul mercato per rimpiazzarlo perché là davanti ci sono già Della Cristina e De Respinis, oltre agli esterni Fascendini, Beltrame, Antonucci e a De Bianchi pronti all’occorrenza a vestire i panni della seconda punta.