Daniele Antonio Croce è stato confermato al vertice del sodalizio sportivo
Daniele Antonio Croce è stato confermato al vertice del sodalizio sportivo

Sondrio, 8 luglio 2016 - Con un comunicato di inizio mese, a firma del presidente e del segretario dalla Lega nazionale dilettanti sono state rese note le composizioni delle delegazioni provinciali, distrettuali e zonali di calcio. Per quanto concerne la delegazione della provincia di Sondrio non vi sono sostanziali novità rispetto alle precedenti.

Daniele Antonio Croce è stato confermato al vertice con Roberto Grossi in qualità di vice, Albino Busi e Luigi Valesini come componenti ed Elena Cao segretaria. Per completare il quadro della delegazione è stato individuato Giuliano Mevio, al quale il presidente Croce ha affidato i compiti di addetto stampa, peraltro già ricoperti in passato per un biennio. Nel pomeriggio di giovedì si è tenuta presso la sede del capoluogo, prima della chiusura degli uffici per una settimana, una riunione nel corso della quale sono state assegnate le deleghe per la stagione agonistica 2016-2017, che rispecchiano a grandi linee la precedente annata.

Oltre al coordinamento dell’attività della delegazione, mantenendo contatti giornalieri con il Comitato regionale lombardo, al presidente faranno capo i rapporti con l’esterno e quelli, estremamente delicati, con il settore arbitrale e con il giudice sportivo. Il vice Grossi manterrà la responsabilità dell’attività di base, allo stesso modo Albino Busi e Luigi Valesini si occuperanno, secondo una precisa suddivisione di compiti, dell’attività delle rappresentative provinciali.

Nell'ambito di precisi compiti di segreteria Elena Cao dovrà predisporre e inoltrare i comunicati della delegazione, mentre gli uffici saranno impegnati nell’attività amministrativa, con attenzione particolare ai tesseramenti. «Direi che ogni particolare è stato pianificato in funzione di garantire la regolarità della stagione – ha spiegato Daniele Croce – I tornei agonistici di cui ci occuperemo sono cinque, Terza e Seconda categoria, Juniores, Allievi e Giovanissimi.

In relazione all’attività formativa giovanile, che si svolgerà senza dare rilievo a risultati e classifiche, in accordo con il settore scolastico affidato direttamente dal Comitato regionale al professor Paolo Gusmeroli, le categorie saranno quattro: esordienti, pulcini, piccoli amici e primi calci».