Sondrio, 17 giugno 2018 - Per la seconda volta in poco più di due settimane Matteo Salvini, ora ufficialmente ministro degli Interni e vice premier, è venuto a Sondrio per appoggiare la candidatura a sindaco di Marco Scaramellini, al ballottaggio tra una settimana con Nicola Giugni. In centinaia, sicuramente oltre mille persone, questa sera, domenica 17 giugno, in piazza Garibaldi per ascoltare Salvini, che ha fatto, così come a fine maggio, un vero e proprio bagno di folla.

"Ormai è già una tradizione, ogni dieci giorni in Valtellina"  ha esordito, per poi parlare di immigrazione. "Chi ci guadagnava nel Far West che c'era prima? Sicuramente albergatori che, anche in Valtellina, hanno lucrato su questa situazione". Non poteva mancare un messaggio agli elettori sondriesi: "Vi chiedo di andare a votare domenica - ha detto -. Chi non andrà alle urne e sceglierà di andare in vacanza poi per i prossimi cinque anni perderà il diritto di parola e non potrà lamentarsi". La chiusura dei porti, comunque, al centro del discorso del vice premier. Entro la fine del mese, ha assicurato, sarà in Libia per trovare un accordo e possibilità per frenare i flussi; poi toccherà alla Tunisia.