Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mag 2022

Vicini "inurbani e maleducati", ma non è stato stalking

Il giudice archivia le accuse a quattro condomini denunciati da una coppia

24 mag 2022

Un rapporto di vicinato problematico e connotato da eccessi di maleducazione, non deve necessariamente qualificarsi come stalking. Così il Gip di Como Andrea Giudici ha accolto la richiesta di archiviazione di quattro condomini di Cantù, che erano stati denunciati da una coppia di vicini di casa. Una vicenda che prosegue da almeno quattro anni, connotata da scorrettezze reciproche e rancori, che più volte sono sfociati in querele, finite sul tavolo di almeno metà dei magistrati della Procura di Como.

In questo caso i coniugi avevano denunciato una serie di presunte vessazioni subite dai quattro vicini assisiti dall’avvocato Maria Guerrisi - tra cui una famiglia composta da padre, madre e figlia - nonché intimidazioni come "ve ne dovete andare", che avrebbero generato nella querelante "una forte agitazione, culminata in una crisi di pianto". Il tutto in un contesto di continui insulti, presunti imbrattamenti di muri, timori di patire gravi conseguenze. Tutte condotte che abitualmente sono indicate come peculiari dei reati persecutori, ma che in questo caso il giudice ha valutato diversamente, introducendo il fondamentale distinguo tra ciò che si configura come reato e i "comportamenti inurbani indice di maleducazione, ma non minacciosi né ingiuriosi". Così la richiesta di archiviazione dei quattro denunciati è stata definitivamente accolta.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?