Tartano, 22 settembre - Aperto oggi il ponte più alto d’Europa nel Comune di Tartano, in provincia di Sondrio: questa mattina i primi coraggiosi hanno potuto attraversare, con il fiato sospeso, il “Ponte nel cielo” che collega la località Campo Tartano con i maggenghi di Frasnino. Sospesi a 140 metri di altezza i turisti, pagando un biglietto di ingresso di 5 euro, hanno potuto librarsi tra cielo e terra ed assaporare la liberà solitamente concessa unicamente agli uccelli.

Molta la soddisfazione di Renato Bertolini, presidente del “Consorzio Püstarèsc”, ente promotore e principale finanziatore del progetto unitamente alla Fondazione Pro Valtellina, e Comunità montana di Morbegno: «L’dea di questo ponte è nata solamente nel 2016 e siamo molto felici di essere riusciti a realizzarlo in soli due anni. Confidiamo che questo ponte tibetano – il più alto d’Europa e il più lungo d’Italia – possa essere un polo di attrattività turistica per il nostro territorio che, purtroppo, non è immune al fenomeno dello spopolamento che le nostre montagne stanno vivendo».