Sondrio, 1 marzo 2018 - Quaranta nuovi infermieri fanno parte dell'organico dell'Asst ValtLario. L'azienda li ha assunti a tempo indeterminato, partendo dalla graduatoria composta da 694 componenti, stilata a seguito del recente concorso che ha visto ben 2422 candidati alla preselezione. «L’assunzione di 40 infermieri, che entreranno in servizio immediatamente, affronta, in modo risolutivo, un problema molto sentito negli ospedali dell’azienda e, quindi, in tutto il territorio provinciale - sottolinea Guido Broich, direttore sanitario di Asst ValtLario – Prosegue, così, il percorso di potenziamento dell’offerta sanitaria già iniziato con l'apertura di un intero nuovo piano presso l’ospedale di Sondalo». Imponente lo sforzo organizzativo messo in campo dagli operatori dell’Unità organizzativa complessa Risorse umane dell'Asst che, coordinati dal loro direttore, Emanuela Tanzi, hanno assicurato il miglior svolgimento di ciascuna fase concorsuale per la selezione degli infermieri. In totale, sono state 31 le sessioni fra preselezione, prove scritte, pratiche e orali. Analogo impegno per il concorso non ancora concluso per la selezione di 15 operatori socio sanitari la cui prima fase è terminata proprio in questi giorni.

Al Polo Fieristico di Morbegno, si sono presentati 656 candidati sui 1301 ammessi alla prova scritta. Nonostante il maltempo abbia reso più complesse le fasi di allestimento della sessione, il concorso si è svolto regolarmente. Dopo l'apertura dei cancelli alle 9 e le successive registrazioni, si è tenuta la prova pratica della durata di mezz’ora. Sono 429 i candidati ammessi alle prove orali in sessioni diverse a partire dal 12 marzo fino al 12 aprile.

«Il lavoro degli operatori sanitari di supporto è fondamentale per un corretto funzionamento dei reparti - prosegue Broich - Visto che collaborano con l’attività professionale infermieristica e medica in molte funzioni importanti e per nulla secondarie per il paziente». Un grazie a tutti i collaboratori, anche a nome del direttore generale dell'azienda, per il supporto assicurato, arriva da Emanuela Tanzi. «Sforzi utili a garantire a questa azienda graduatorie significative cui attingere senza difficoltà - precisa Tanzi - per far fronte alle esigenze di pensionamento e alle cessazioni che si presenteranno anche in futuro».