Quotidiano Nazionale logo
1 mar 2022

Piuro, incendio al salumificio Panzeri: danni ingenti

A scatenare le fiamme un probabile corto circuito a una porta elettrica interna a un reparto. Tempestivo l’intervento dei Vf

michele pusterla
Cronaca
Ingenti i danni causati a un reparto del salumificio Panzeri di Piuro a causa di un incendio notturno
Danni causati a un reparto del salumificio Panzeri di Piuro a causa di un incendio

Piuro (Sondrio) - Le cause sono ancora in corso di accertamento, ma una delle ipotesi prevalenti, al momento, è che le fiamme al salumificio si siano sprigionate in conseguenza di un corto circuito legato a una serranda elettrica all’interno di uno scomparto dello stabilimento.

L’incendio, allo stabilimento Panzeri, quello situato in frazione Prosto (che conta circa 25 dipendenti), nel territorio comunale di Piuro, mentre un altro più grande è presente nell’area industriale di Gordona (in entrambi si produce anche la tipica brisaola della Valchiavenna, una declinazione molto apprezzata da gastronomi e consumatori del salume tipico della zona), è divampato attorno alle 2.15 e ha impegnato i Vigili del fuoco del distaccamento di Mese, con il sostegno dei volontari dello stesso paese della Valchiavenna, per parecchie ore. L’azione di spegnimento, di smassamento e di rilievi si è conclusa all’incirca alle 10 di ieri. I danni sono ancora in corso di esatta quantificazione, ma tuttavia sono ritenuti sicuramente ingenti. "L’attività produttiva oggi è interrotta, ma contiamo di riprenderla al più presto", ci è stato riferito ieri da un addetto dell’ufficio, in quanto con l’imprenditore Nicolò Panzeri è stato impossibile parlarci perchè, a più riprese, sempre impegnato, anche nella stesura delle pratiche con l’assicurazione. Nella giornata di ieri, una volta domate le fiamme dalle diverse squadre di pompieri accorse, sono intervenuti per i primi rilievi tecnici, dal Comando provinciale di Sondrio guidato dal comandante, ingegner Elvio Porcedda, un ispettore antincendi e un funzionario.

L’Sos è scattato attorno alle 2.13 dell’altra notte, quando alla centrale operativa dell’Istituto di Vigilanza di Sondrio, diretto dal dottor Antonio Staino, "è giunto l’allarme incendio del salumificio Panzeri. Subito è stata inviata sul posto una nostra pattuglia che, alle 2.20, riscontrava l’uscita di fumo dallo stabilimento. A quel punto l’equipaggio allertava i Vigili del fuoco che, giunti in pochi minuti sul posto, riuscivano a circoscrivere e poi domare le fiamme limitando i danni a un solo reparto dello stabilimento. La guardia, una volta arrivata a Prosto, si è preoccupata di verificae che non ci fossero persone all’interno dell’azienda e poi si è attivata per l’apertura dei cancelli, così da consentire il rapido ingresso dei mezzi di soccorso dei Vigili del fuoco partiti dalla caserma di Mese". La professionalità dell’operatore, unitamente alla tempestività dell’intervento, ha consentito di contenere l’entità dei danni, comunque di non scarsa portata. Ma, come detto, fortunatamente coperti da assicurazione.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?