I lavori di riqualificazione, iniziati lo scorso 3 aprile,  hanno comportato un esborso  di poco superiore a 300mila euro
I lavori di riqualificazione, iniziati lo scorso 3 aprile, hanno comportato un esborso di poco superiore a 300mila euro

Chiavenna (Sondrio), 2 settembre 2018 - Sono terminati i lavori di riqualificazione del parco di Pratogiano: l’area, già accessibile al pubblico fin da venerdì, verrà ufficialmente inaugurata questa mattina. La cerimonia coinciderà con l’apertura della Sagra dei Crotti. I lavori di riqualificazione, iniziati lo scorso 3 aprile, hanno comportato un esborso complessivo di poco superiore a 300mila euro. Il progetto ha permesso di rinaturalizzare tutto il parco, andando ad aumentare le aree verdi e sostituendo i vialetti esistenti con dei percorsi pavimentati in pietra locale. Giocando con i dislivelli è stato inoltre possibile eliminare anche i muretti degli anni ’70, che rendevano difficoltoso l’accesso alle zone verdi. Infine, nell’area di fine corsa ferrovia verrà, in un secondo momento, allestito un parco giochi inclusivo la cui realizzazione è, al momento, avversata dall’opposizione comunale che, al contrario, vedrebbe di buon occhio l’edificazione di giochi inclusivi all’interno di aree ludiche già esistenti piuttosto che la realizzazione di un complesso ricreativo destinato unicamente ai bambini portatori di disabilità.

Ad essere coinvolta nel progetto di riqualificazione anche la via che costeggia il parco – Viale Pratogiano – che, a partire dallo scorso 26 giugno, ha subito un massiccio intervento volto al rifacimento del fondo stradale. Nel progetto anche la realizzazione di due nuovi attraversamenti pedonali rialzati rispetto al livello della carreggiata, in modo da garantire la sicurezza dei pedoni – particolarmente numerosi nelle giornate di mercato – e, al contempo, fungere da dissuasori di velocità per i veicoli in transito. L’idea preliminare di riqualificazione del parco di Pratogiano aveva, in un primo momento, incontrato l’opposizione di buona parte dei chiavennaschi suscitando, a tratti, aspre polemiche con l’amministrazione di Della Bitta. Il progetto che verrà inaugurato oggi è infatti il risultato di una lunga e a tratti faticosa mediazione tra la maggioranza comunale, l’opposizione e la cittadinanza che si è dimostrata moto legata alla storica area verde che, oltre ad ospitare i tradizionali Crotti, è dimora di alberi centenari. Per assicurare il benessere delle piante il cantiere è stato attentamente monitorato da un esperto botanico che ha affiancato gli operai della Elcal, ditta vincitrice della gara di appalto.