Quotidiano Nazionale logo
15 mar 2022

Palaghiaccio e piazzale Merizzi, sì al restyling

Sondrio, in Valtellina importanti investimenti sulle strutture sportive nella corsa verso le Olimpiadi, i progetti approvati fra Lecco e Brescia

Le Olimpiadi devono essere un’opportunità di crescita per il territorio, una chance per riuscire a costruire infrastrutture necessarie e funzionali da utilizzare anche in futuro. È stato approvato ieri in Regione lo schema di convenzione per il finanziamento a fondo perduto per la realizzazione di alcune infrastrutture sportive, utili per il successo dei Giochi invernali di Milano Cortina 2026. Si tratta di 17,5 milioni stanziati dal Ministero del Turismo per migliorare l’attrattività dei territori.

"Interventi fondamentali per la realizzazione dei Giochi - ha detto il presidente della Regione, Attilio Fontana - ma anche un patrimonio che, in chiave futura, resterà a disposizione dei territori". Le prossime saranno le prime Olimpiadi che si disputeranno in più località e su un territorio vasto tra Lombardia e Veneto. "Con il passo compiuto oggi - ha sottolineato Antonio Rossi sottosegretario alla Presidenza con delega a Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi - proseguiamo il cammino verso le prime Olimpiadi diffuse sul territorio che saranno modello di ecosostenibilità per le edizioni a venire. Da Ponte di Legno a Lecco, il percorso olimpico procede". Nove i progetti, dislocati in 3 provincie: Sondrio, Lecco e Brescia. In Valtellina stanziati 6.300.000 euro. Alla Comunità Montana Valchiavenna andranno 2milioni per la chiusura laterale del palaghiaccio con rifacimento della copertura mentre 300mila euro andranno al Comune di Madesimo per interventi su infrastrutture sportive. Al Comune di Sondrio, per il rifacimento Palasport di piazzale Merizzi, andranno 3.000.000 euro. Infine il Comune di Albosaggia avrà a disposizione un milione per la realizzazione della struttura di accoglienzacentro di allenamento per lo sci alpino e lo ski running in località Campelli. In provincia di Lecco sono 3 gli interventi. A Barzio, per l’implementazione dei servizi e aggiornamento impianto sportivo per la pratica dello sci nordico ai Piani di Bobbio, andrà un milione, alla Cm del Lario Orientale e Valle San Martino, per il rifacimento palestra di roccia di Ragni di Lecco 1.500.000 euro, e al Comune di Casargo, per creare bacini di innevamento e illuminazione piste Alpe Giumello e Alpe Paglio, 950mila euro. Infine in provincia di Brescia, saranno 2 le opere sovvenzionate: nel Comune di Borno la realizzazione della nuova telecabina di arroccamento con il Monte Altissimo e nuovo rifugio (4.750.000 euro), e la realizzazione del nuovo palazzetto per il ghiaccio dell’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Camonica (3 milioni).

Fulvio D’Eri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?