I pompieri sono accorsi subito nella discarica di via Belvedere
I pompieri sono accorsi subito nella discarica di via Belvedere

Novate Mezzola, 28 aprile 2019 - Grande paura, ma fortunatamente nessuna grave conseguenza, per la frana caduta venerdì sera a Novate Mezzola. L’allarme è scattato intorno alle 21.30, quando la cittadinanza ha avvertito un rumore assordante, un vero e proprio botto. Dalla montagna si è staccato del materiale in zona Foppa ed è finito nell’invaso della ex cava. A causare lo smottamento le forti piogge delle scorse ore, e il versante, zuppo, non ha retto. Alcuni testimoni oltre al forte rumore affermano anche di aver visto delle scintille provenire dal versante mentre la roccia piombava a terra. Fortunatamente i sassi sono finiti nell'invaso dell'ex cava, e i danni sono stati quindi limitati.

Nessuna persona è rimasta ferita, e anche la strada è stata risparmiata dallo smottamento. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, che hanno monitorato la situazione. Il loro intervento è durato alcune ore e sono poi rientrati prima di mezzanotte. Nella giornata di ieri in programma anche il sopralluogo di un geologo per valutare ulteriori eventuali rischi. Da ieri, comunque, l'assenza di precipitazioni in Valchiavenna, così come nel resto della provincia di Sondrio, permette di sperare che sia possibile scongiurare nuovi smottamenti. Le previsioni meteorologiche, infatti, descrivono una situazione in continuo miglioramento nei prossimi giorni.

In particolare, per la giornata di oggi previsto cielo sereno o poco nuvoloso, venti moderati o forti. E anche nei prossimi giorni, stando alle previsioni del Centro Nivometeorologico di Arpa Lombardia, non sono previste precipitazioni degne di nota. Le temperature dovrebbero essere stazionarie, sia le minime che le massime. Ma per avere un netto miglioramento delle condizioni meteo, con sole e temperature in aumento, si dovrà aspettare fino a mercoledì primo maggio.