Nicola Giugni
Nicola Giugni

Sondrio, 17 agosto 2019 - Un fulmine a ciel sereno in una bella mattinata di festa, a Ferragosto; una notizia che ha sconvolto la città di Sondrio e che in molti faticavano a credere vera: è morto Nicola Giugni, noto avvocato 49enne, presidente per 10 anni prima di Asm e poi trasformata in Aevv, l’anno scorso candidato sindaco del capoluogo valtellinese, sconfitto da Marco Scaramellini al ballottaggio.

Giugni è morto nella notte tra mercoledì e giovedì, all’ospedale Manzoni di Lecco, dove era stato trasferito d’urgenza in elicottero dopo un improvviso malore. Lo stimato avvocato aveva deciso di trascorrere il pomeriggio di mercoledì in barca a vela a Gera Lario. Era una delle sue tante passioni sportive, insieme alla bicicletta e all’arrampicata, ma non solo. Un uomo sportivo e in forma, e per questo è ancora più difficile credere che sia stato colpito improvvisamente da un infarto tanto grave da non lasciargli scampo. Mentre era in acqua, Nicola Giugni si è sentito male, è stato prontamente soccorso dai sanitari del 118 ed elitrasportato a Lecco, nel reparto di Unità coronarica, dove è stato sottoposto a cure intensive che, però, non sono sono riuscite a salvargli la vita.

Il suo cuore ha smesso di battere nella notte, lasciando nel più profondo sconforto i suoi familiari, mamma Lidia e i fratelli, tutti i parenti, i tantissimi amici. Solo pochi mesi fa, era novembre 2018, era venuto a mancare anche il padre Giancarlo Giugni, anch’egli avvocato e da sempre cittadino impegnato per la propria comunità, proprio come il figlio Nicola. Dopo la scomparsa del padre il 49enne aveva deciso di dedicarsi maggiormente alla famiglia e aveva lasciato il posto in Consiglio comunale a Sondrio, posto nelle fila della minoranza dopo che era uscito sconfitto alle elezioni a sindaco a giugno dell’anno scorso.

La salma ieri mattina è giunta a Sondrio e i funerali sono in programma oggi alle 15.30 nella chiesa di San Rocco. Decine, centinaia i messaggi di cordoglio in queste ore, da amici e conoscenti, da alleati e avversari politici, tutti concordi a ritenere Nicola Giugni una persona distinta e corretta, colta, gentile, impegnata. «In questo Ferragosto la nostra città piange una persona meravigliosa e noi un amico e un indimenticabile compagno di viaggio – si legge sulla pagina Facebook della lista civica “Giugni sindaco” -. Hai costruito questo bel gruppo che compone la nostra lista civica e lo hai guidato con il tuo sorriso, la tua positività e i tuoi ideali. Hai dimostrato per anni il tuo impegno civico e nel privato la tua bontà, mai ostentata, anche verso i più deboli. A noi il dovere di ricordarti e di onorare il tuo esempio, nell’impegno pubblico del nostro gruppo e nei nostri cuori. Ciao Nic, i tuoi “listini”».