Sondrio, nevicata oltre i 700 metri di quota
Sondrio, nevicata oltre i 700 metri di quota

Sondrio, 18 marzo 2019 - In Valtellina e Valchiavenna è tornata la neve. Dopo alcuni giorni di temperature miti che annunciavano l’imminente arrivo della primavera, nella notte fra domenica 17 marzo e oggi lunedì 18 c’è stato un crollo delle temperature di parecchi gradi anche nelle località di fondovalle. Quando sembrava giunto il momento di riporre i cappotti e i maglioni negli armadi, per la prossima stagione invernale, la provincia più a nord della Lombardia è stata investita da un’ondata di freddo e precipitazioni che, alle quote superiori, sono state anche di una certa consistenza.

Il limite delle nevicate si è attestato a mezza montagna, fra i 600 e i 700 metri, mentre le località turistiche di Madesimo e Livigno, ad esempio, hanno riacquistato il loro caratteristico aspetto di “cartolina invernale” con le case e i prati ammantati di bianco.
Nella notte anche forti raffiche di vento hanno accompagnato le precipitazioni piovose sul fondovalle e bufere di neve, invece, in quota. La nuova neve dà smalto alle piste da sci per le sciate di fine stagione. Alcuni passi alpini, infine, sono transitabili unicamente con catene o pneumatici da neve. Intanto stamattina è tornato il sole, ma l’aria pulita è pungente ovunque in provincia di Sondrio per il brusco abbassamento delle temperature.