INIZIATE LE RIFINITURE Il giorno precedente al varo della bretella sarà organizzata una biciclettata
INIZIATE LE RIFINITURE Il giorno precedente al varo della bretella sarà organizzata una biciclettata

Morbegno (Sondrio), 8 ottobre 2018 - Tra tre settimane esatte verrà finalmente inaugurato il tratto morbegnese della nuova statale 38 dallo svincolo di Cosio Valtellino a quello del conoide del Tartano nel Comune di Talamona. In questi giorni si tanno ultimando le ultime finiture, e in particolare si sta procedendo alle asfaltature. Asfalti speciali, tra l’alto. «Nella fascia fra le due gallerie, in particolare, è stata pensata una miscela di asfalto specifica, cioè una pavimentazione con assorbimento acustico, questo nell’ottica di diminuire i disagi della popolazione che abita nei pressi delle gallerie, anche per questo la stesura in questo tratto è stata tenuta per ultima – spiega il geometra Francesco Bongio, consulente esterno del Comune di Morbegno –. Mentre nei viadotti è stata applicata un’altra miscela particolare, antigelo, perché sotto i viadotti le correnti d’aria agevolano la formazione del ghiaccio».

É stata poi completata l’installazione delle barriere metalliche e antirumore e sono in corso i lavori di posa della fibra ottica. Ultimati gli interventi strutturali, si stanno adesso completando la segnaletica orizzontale. Ora mancano davvero solo le rifiniture in vista della grande apertura prevista per lunedì 29 ottobre, mentre il giorno prima la cosiddetta tangenziale di Morbegno ospiterà una biciclettata organizzata per l’occasione. Anche i collaudi statici delle opere d’arte sono stati fatti, manca solamente il viadotto Adda Bitto previsto per questa settimana. L’opera viaria è lunga dieci chilometri, a carreggiata semplice e a due corsie complessive, una per senso di marcia. Cinque dei dieci chilometri corrono in gallerie naturali scavate nella montagna, quella di Paniga e quella di Selvapiana. Mezzo chilometro, invece, è rialzalto, con tre viadotti e due ponti. Ben 280 i milioni di euro investiti in cofinanziamento da Ministero dei trasporti, da Regione Lombardia, Provincia di Sondrio e Bim. E per la ricorrenza dei defunti e la festa di Ognissanti la nuova statale 38 sarà messa alla prova dai flussi turistici verso la Valtellina nel primo lungo fine settimana utile del calendario autunnale. «Una buona prova di inizio attività – le parole dell’assessore regionale, Massimo Sertori -. Con il nodo di Morbegno a breve inaugurato, con la conferma dei finanziamenti per la realizzazione della tangenziale di Tirano, e con l’auspicio che le Olimpiadi invernali del 2026 verranno ospitate in Valle, nel cui dossier è stato tra l’altro inserito il completamento della tangenziale di Sondrio, andremo a sciogliere alcuni nodi nevralgici della viabilità valtellinese».