Carabinieri
Carabinieri

Morbegno (Sondrio), 11 aprile 2018 - Prosegue con efficacia l’azione di contrasto da parte dell’Arma dei Carabinieri ai reati contro il patrimonio in provincia di Sondrio. L'ultimo intervento in ordine di tempo è stato effettuato dai carabinieri della Stazione di Morbegno, che nel pomeriggio di lunedì, dopo una segnalazione al 112, sono prontamente intervenuti in un bar della Città del Bitto cogliendo in flagranza un uomo nel tentativo di scassinare le macchinette slot. Le successive attività hanno permesso di ricostruire la dinamica dei fatti.

L’uomo, 20enne egiziano regolare sul territorio italiano e che da qualche tempo vive in provincia, nel pomeriggio era entrato come cliente nel bar e si era diretto nella zona riservata del locale. Qua, indisturbato, con gli attrezzi da “ lavoro”, due grossi cacciaviti ed una pinza, aveva iniziato a scassinare le macchinette slot e un cambiamonete. Per l’egiziano la doppia beffa: il bottino inesistente, in quanto gli incassi erano stati poco prima prelevati dai proprietari, e, ad attenderlo, i carabinieri di Morbegno.
L’uomo è stato quindi arrestato per tentato furto aggravato e continuato e i militari hanno proposto per lui la misura del foglio di via obbligatorio da Morbegno che gli impedirà per i prossimi anni di entrare nel territorio.