Quotidiano Nazionale logo
16 mar 2022

Morbegno, l’Oratorio 2.0 per la rinascita dei giovani

Dopo il lungo stop per il Covid il vicario don Schivalocchi svela in anteprima gli spazi nel progetto di restyling della struttura

michele pusterla
Cronaca
I volontari durante una breve pausa degli impegnativi lavori all’oratorio per il rinnovamento della struttura
I volontari durante una breve pausa degli impegnativi lavori all’oratorio

Morbegno (Sondrio) -  Oratorio 2.0? Oratorio del nuovo millennio? A Morbegno si chiama “Comunità al Centro” ed è il progetto, finanziato da Fondazione Cariplo, che non solo ha portato, dopo 3 anni di lavoro, al rinnovamento dell’edificio che ospita da sempre l’oratorio, ma soprattutto il segno di una Comunità che vuole ridare centralità alle nuove generazioni e alle loro famiglie: oratorio come luogo dove esprimersi, formarsi, divertirsi, giocare, incontrare, condividere e accogliere. Nella principale città della Bassa Valle sono convinti che questa finalità sia condivisa ben oltre i confini della realtà parrocchiale; il desiderio, pertanto, è che gli spazi offerti dall’oratorio San Luigi possano essere “abitati” anche dalle forze vive della società civile, in collaborazione con la Parrocchia. Il primo passo? Lavorare insieme. Come è già avvenuto per smantellare il manto del vecchio campetto da calcio con l’aiuto di Azione Cattolica, degli Scout, del Gs CSI Morbegno, degli Alpini, degli animatori, dei ragazzi del catechismo e di tanti volontari guidati dall’arciprete, monsignor Giuseppe Longhini e dal vicario, don Nicola Schivalocchi. E ora? Il coinvolgimento continua perché mentre si stanno ultimando gli interni con i volontari che imbiancheranno le aule e puliranno i locali, la vera festa è preparare, tutti insieme, la grande festa del 21 maggio, quando avverrà il taglio del nastro, ma soprattutto verranno proposti 2 weekend di giochi, sport, animazione e condivisione.

«Un oratorio ristrutturato - dichiara don Nicola Schivalocchi - è un segno visibile in una cittadina. Una comunità che investe in quest’opera è una comunità che, nonostante le fatiche legate a questo tempo, ancora crede nel suo valore, nei bambini, nei ragazzi e nella passione educativa che accompagna la vita e la fede. Agli occhi di tutti appare la bellezza della struttura nel contesto di Piazza Mattei e in tanti hanno iniziato a rispolverare ricordi legati alla loro infanzia e giovinezza in quel posto. I bambini lo guardano con curiosità, chiedendo “cos’è un oratorio?”. Molti di loro non l’hanno mai vissuto a causa delle chiusure di questi 2 anni e anche per l’inizio dei lavori che ha preso il via 3 anni fa. È un tempo lungo dal punto di vista delle esperienze che i giovanissimi possono fare, un tempo che va recuperato e rilanciato nelle possibilità che il nuovo spazio concederà". L’opera è costata due milioni e 200mila euro, spesa sostenuta e ancora da sostenere dalla Parrocchia, dai numerosi benefattori e dall’intervento significativo e fondamentale di Fondazione Cariplo.

"I lavori hanno interessato entrambe le parti dell’oratorio - spiega don Schivalocchi - quella antica che ospiterà la cappellina, gli uffici, le sale per l’AC, l’appartamento del vicario e nel sottotetto recuperato alcuni alloggi che saranno utilizzati per finalità di interesse sociale. Nella parte nuova, invece, ci saranno la sala giochi, il salone, una cucina e le aule, mentre all’ultimo piano rimarranno gli spazi del gruppo Scout. Anche l’esterno subirà un deciso rinnovamento con la stesura di un nuovo manto sintetico, sia per il campo da calcio che per quello da basket e pallavolo che, ovviamente, avrà un apposito manto che permetterà una buona giocabilità. Occorre veramente recuperare lo slancio e la passione educativa che permettono a un oratorio di essere casa accogliente, luogo dove le varie fasce d’età si sentano accolte, accompagnate e possano esprimere tutto il loro potenziale al servizio degli altri e della comunità, trovando nel dono di sè il significato profondo della vita".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?