La Polfer alla stazione di Bologna (Foto di repertorio Schicchi)
La Polfer alla stazione di Bologna (Foto di repertorio Schicchi)

Livigno, 5 febbraio 2019 - I carabinieri di Sondrio qualche sera fa hanno ricevuto la segnalazione, da parte dei genitori livignaschi, dell’allontanamento del figlio 15enne. Il ragazzino, che già la sera prima si era allontanato per poi rincasare solo alle prime luci del mattino, poche ore più tardi ha messo in atto un nuovo piano di fuga. I genitori preoccupati si sono rivolti ai carabinieri di Sondrio,  che hanno accertato che il ragazzino, in compagnia di un coetaneo, aveva preso il treno arrivando fino alla stazione ferroviaria di Bologna. Contatti diretti e la collaborazione con il personale della Stazione Ccrabinieri di Bologna Centrale e della Sezione di Polizia ferroviaria di Bologna hanno permesso di avviare immediate ricerche dei giovani che sono stati rintracciati, sui binari della stazione, poco prima di mezzanotte.

L'attenzione al mondo giovanile ha portato anche a nuovi controlli dei carabinieri nell’ambito del progetto "Scuole sicure". Qualche giorno fa “Grinder”, il cane antidroga del Nucleo carabinieri cinofili di Orio al Serio (Bergamo), durante un controllo nei luoghi di aggregazione giovanile, ha segnalato alcuni studenti. L’attività ha portato alla segnalazione alla Prefettura di Sondrio, quale assuntore di sostanza stupefacente, un 17enne trovato in possesso di alcuni grammi di hashish; un 16enne trovato con grammi di marijuana, circa 400,00 euro, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Durante i controlli qualcuno di si è anche disfatto di 7 grammi di hashish buttandoli in un cestino dei rifiuti. Segnalata dal cane, è stata sequestrata a carico di ignoti.