Sul settore pesa l’emergenza Covid con tutte le sue incognite
Sul settore pesa l’emergenza Covid con tutte le sue incognite

Livigno (Sondrio), 17 ottobre 2020 - A Livigno è alle porte la stagione dello sci. Le ultime nevicate e il paesaggio a tratti già invernale hanno accelerato la voglia degli operatori turistici del piccolo Tibet di incominciare al più presto. Certo, pesa l’emergenza Covid con tutte le sue incognite, dopo che l’anno passato il settore a marzo venne fermato. Livigno è pronta ad accogliere gli amanti della neve e annuncia l’apertura della stagione invernale 2020-2021: a dare ufficialmente inizio alla stagione sarà l’apertura dell’anello di fondo, grazie alla tecnica dello snowfarming e all’innevamento artificiale, il prossimo 30 ottobre. Con una stagione che dura dalla fine di ottobre al mese di maggio, ancora una volta il piccolo Tibet si conferma tra le destinazioni italiane con la stagione invernale più duratura.

Fissata anche la data di apertura degli impianti di Mottolino, Carosello 3000 e Sitas Ski Area che apriranno il 28 novembre. La neve già presente in alta quota e il grande impegno degli operatori, che negli ultimi giorni hanno iniziato i lavori di preparazione delle piste fanno però ben sperare: il piccolo Tibet potrebbe sorprendere sciatori, snowboarder e amanti della neve con una riapertura anticipata. E, come sempre, tra gli operatori è partita la "corsa" a provare a partire prima degli altri, magari con una bella giornata promozionale a costo zero o quasi.

Questa data d’inizio, che anticipa di gran lunga quella di altre stazioni sciistiche italiane, è resa possibile proprio grazie allo spirito innovatore che da sempre contraddistingue Livigno: già dal 2016, infatti, l’anello di fondo viene realizzato grazie alla tecnica dello snowfarming, un metodo di conservazione della neve basato sull’impiego di segatura e teli geotermici. Negli ultimi giorni è entrato in azione anche l’impianto d’innevamento programmato. I turisti che preferiscono scendere a valle con gli sci o lo snowboard, a Livigno possono trovare la vacanza perfetta. Con una ski area di 115 chilometri, un’altitudine che dai 1.816 metri del centro si spinge fino ai 2.900 metri in quota, 74 piste di ogni lunghezza e difficoltà e servite da 6 cabinovie, 14 seggiovie e 11 skilift, Livigno è infatti la regina degli sport invernali in quota sulle Alpi italiane. E che dire dei vari Mottolino Snowpark, il The Beach - Snowpark Carosello 3000, lo Snowpark Amerikan e lo Snowpark20, ma anche le moltissime Fun Area, dove il divertimento è assicurato sia con gli sci che con la tavola.