Quotidiano Nazionale logo
23 feb 2022

La Regione approva i progetti di rilancio rurale

Sono diversi quelli che riguardano le province di Como, Lecco e Sondrio. Ora la fase successiva

Una manifestazione ovicaprina nei mesi estivi in Val Gerola
Una manifestazione ovicaprina nei mesi estivi in Val Gerola
Una manifestazione ovicaprina nei mesi estivi in Val Gerola

La Regione ha approvato l’elenco delle proposte ammissibili alla fase di negoziazione propedeutica alla promozione dei singoli Arest (Accordo di Rilancio Economico Sociale e Territoriale). Sono 14 i progetti considerati di interesse regionale e ammessi alla fase successiva. L’obiettivo è quello di realizzare una strategia di rilancio economico e di sostegno al sistema rurale e ambientale per i territori montani. L’assessorato all’Agricoltura, alimentazione e sistemi avvierà ora la fase di negoziazione sulla base della disponibilità delle risorse sul bilancio regionale 2022-2024, con un approfondimento delle proposte, il perfezionamento delle procedure di inquadramento in ordine alla disciplina sugli aiuti di Stato e le verifiche in ordine all’individuazione delle forme di cofinanziamento regionale. "Una misura molto attesa da tutto il sistema agricolo montano lombardo. Vogliamo promuovere una sinergia pubblico-privato - ha dichiarato Fabio Rolfi, assessore regionale all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi - in grado di valorizzare l’agricoltura di montagna, partendo dalla filiera lattiero-casearia e bosco legno nonché dall’innovazione nelle filiere tradizionali... Creare economia significa combattere lo spopolamento della montagna e dare un futuro anche ai ragazzi che decidono di rimanere nelle aree interne". Tra i 14 progetti ce ne sono anche 5 che riguardano il territorio delle province di Como, Lecco e Sondrio. A Como il progetto ammissibile a finanziamento è quello proposto dal Comune di Centro Valle Intelvi “PRO.MO. 4.0-Produrre in Montagna“ per un importo di 2.723.500 euro, a Lecco quello della Cm Valsassina “VaLIDes-Valorizzazione del Legno locale per lo sviluppo di prodotti Innovativi per la Decarbonizzazione“ per un importo di 5.997.000 euro. I 3 della Valtellina sono quelli proposti dal Comune di Gerola “Progetto orobian: start up innovative per la creazione e valorizzazione di una filiera eco-sostenibile della lana di capra orobica in val Gerola“ per un importo di 1.000.000 euro, dalla Cm di Morbegno: “Centrale di Campovico“ per 6.000.000 ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?